Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

mercoledì 13 giugno 2012

S-composizioni

Foto: LauraBianchi, Mi uccidi

Affondi il viso nella mia pelle per respirarmi l'anima. Il silenzio rotto dal battito di un cuore incosciente. Chiudo gli occhi per non vedere. Chiudo gli occhi per non sognare. Chiudo gli occhi al desiderio feroce che ho di te. Un desiderio di vita, di luce, di attese scomposte in un verso. 
Affondi il viso nella mia pelle per tatuarmi sulle tue labbra, nel ricordo di quando non sarò. Mi chiedi un tempo che non mi appartiene. Disegni assenze fra le mie dita. La tua bocca al confine del mio destino. Le tue mani a trattenermi di baci. 
Affondi il viso nella mia pelle per sentire l'odore dei miei silenzi, per legarmi ai tuoi occhi mentre vado via, per ricucirmi i sogni. Ma ci sono strappi nei miei sorrisi, dove non brillano stelle. Trattengo ombre nella curva del vento, tra le mie ciglia sottili, in ciò che non so dire. Ricaccio impazienza nella bisaccia, la strada è in salita. E non ho ali per volare lontano, solo un cuore impazzito. Ritrovami tu.

97 soffi di vento:

  1. If you loved me you would bring me roses you would lie for me steal for me fight the devil you would call me angel forget your own name you would lie awake all night lie awake all night

    RispondiElimina
  2. Occhio che se affonda il suo viso ancora una volta potrebbe essere perché ha un affanno totale e mangari gli sta prendnedno un colpo. Poi non dire che non ti avevo avvisato eh :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa consigli per un'eventuale rianimazione? La respirazione bocca a bocca?
      :P

      Elimina
  3. se è accaduto a milano, allora ne è valsa la pena

    RispondiElimina
  4. Io le ultime tre righe le mando a memoria, sono bellissime.

    RispondiElimina
  5. che bello ale... le cose belle sono sempre tristi :(
    bella anche la foto, e mi messa a guardare anche le altre su flickr....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sempre le cose belle sono tristi. Però molte di quelle tristi sono belle...

      Elimina
  6. Bellissime parole.. davvero emozionanti.. complimenti!
    Anch'io ho un blog, se ti va di passare mi farebbe piacere.
    http://ilmioangoloalchemico.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Son passata da te, mi interessa molto l'argomento :)

      Elimina
  7. Canottiere Dicotone14 giugno 2012 23:57

    Sì, ma alla fine trombano o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggi attentamente il testo e troverai la risposta.

      Elimina
  8. Canottiere Dicotone16 giugno 2012 01:08

    Ah, prima bisogna partecipare alle olimpiadi.

    RispondiElimina
  9. @ Canottiere Dicotone
    Secondo te, cosa vuol intendere la nostra cara Alessandra in questa frase "Affondi il viso nella mia pelle per respirarmi l'anima"????
    Sì, ciò che ha scritto non è molto "evidente", ma si legge in ogni frase ciò che fa "unici" certi momenti.....

    Un salutone Alessandra (aspetto di vedere un tuo romanzo nella vetrina di una libreria. Aspetto quel momento e aspetto un accenno di sorriso perchè, nel frattempo, io avrò già una delle prime copie con dedica autografata...... ;-) )

    Il tuo affezionato Amalio (per gli amici Amalione) Delana ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amalio, come al solito hai cannato! Non c'è niente da fare, non m'interpretare perché tanto parlo una lingua a te sconosciuta... :)

      Elimina
  10. Canottiere Dicotone16 giugno 2012 09:31

    Ah, signor Amalio che forse é una donna, pensavo fosse finito in mazzo alle palline di naftalina. Che odore orribile, ha tutta la mia comprensione. Tenga, le do un mazzetto di lavanda, molto meglio. Così se devono annusarle l'anima non rischiano uno svenimento da sostanze tossiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhahahha, mamma mia, potrei morire con la naftalina... in effetti una volta ho rischiato! :P

      Elimina
    2. L'hanno chiusa in un armadio causa arrivo marito geloso?

      Elimina
  11. Canottiere Dicotone16 giugno 2012 10:01

    Caro signor Amalio, io ho riletto il post e ho capito benissimo le metafore. Si parla di una gara sportiva.

    Affondi il viso. É evidente, si allude ad una gara di nuoto.
    Silenzio rotto dal battito, mi chiedi un tempo che non mi appartiene. Gara di corsa campestre, ad ostacoli e a cronometro, con richiesta di tempi mai tentati prima.
    Ricaccio nella bisaccia, corsa in salita. Questa é chiarissima, corsa in salita con peso sulla schiena.
    Non ho ali per volare. Volo in parapendio o col paracadute? Mah, questa é sibillina.

    Tra una prova e l'altra, dare dimostrazione di spiccate capacità artistiche. Trattenere le ombre nel vento potrebbe alludere ad una coreografia danzante. Dipingere assenze deve alludere ad una composizione astratta, idem dicasi per gli strappi nei sorrisi, evidente allusione a Fontana. Alla fine, il cuore é impazzito. Respirare l'anima é un'allusione manifesta al fiatone, dopo l'intenso sforzo fisico. E ti credo, dopo un'estenuante Olimpiade dell'ammore. Premio finale, LUI. Non sarebbe meglio una passeggiata? In premio un gelato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Canottiere, ti adoro! Da oggi ti considero l'esegeta ufficiale dei miei testi. Tu sì che hai capito tutto! :D

      Elimina
    2. Sorellina, mentre assistevo a questa gara, avevo una birra ghiacciata, mangiavo "junk food" mentre, stravaccato su una sdraio, partiva libero lui, un rutto che i miei vicini hanno scambiato per un temporale in arrivo.
      Ovviamente indossavo una canottiera bianca (fa caldo col malione)

      @ Alessandra:
      mi piace leggerti e aspetto che tu riesca a pubblicare qualche libro. non di poesie, per carità: mi mancano decisamente i rudimenti e i fondamenti per poter comprenderla.
      un abbraccio
      Amalio(ne) Delana

      Elimina
    3. Amalio, col rutto libero hai superato te stesso. Stendiamo un velo pietoso sul resto... :0

      Elimina
    4. Canottiere Dicotone16 giugno 2012 16:29

      Altro che Amalia Delana, pig malione.

      Elimina
    5. Più pig che malione... vabbè, ma non è che ti piace un po'? Da come duettate sembrerebbe esserci del feeling! :P

      Elimina
    6. Canottiere Dicotome16 giugno 2012 16:51

      Quelli sfacciati mi divertono da morire! Per giocare sono irresistibili! L'importante é non prenderli sul serio, per nessun motivo.

      Elimina
    7. Tu lo trovi sfacciato? Io completamente schizzato e da non prendere sul serio nemmeno per sbaglio. Mi auguro sempre che scherzi, ma temo che lui sia proprio così... :0

      Elimina
    8. @ Canottiere: scrivi meglio il cognome perchè potrei interpretare "canottiere con" o "canottiere senza"; "canottiere si" e "canottiere no"; "canottiere 0" o canottiere 1"..... (la dicotomia non è un'opinione.......)

      @ Alessandra: mi conosci da quando c'era (una volta) splinder. Mi sono allontanato e ho sentito la tua assenza sino a "ribazzicare" dal tuo mulino (a vento). E' stato il caso che anche tu, in quel mentre, sentissi la mia assenza. grazie per trovarmi "completamente schizzato e da non prendere sul serio nemmeno per sbaglio", il che significa che non hai capito "nemmeno per sbaglio" ciò che c'è dietro il "rutto" (e sopratutto la canottiera) di homer simpson

      @ Canottiere: grazie per avermi definito "irresistibile" e "sfacciato" (lo prendo come un complimento)

      kisswishhhhhhhhh
      Amalio Delana

      Elimina
    9. Canottiere Dicot-one16 giugno 2012 21:05

      Oh, non mi ero accorta di aver sbagliato a scrivere il cognome. Grazie signor Amalio. Non ho detto che la trovo irresistibile, sfacciato senz'altro. Irresistibile é giocare con gli sfacciati. Lieta di sapere che trova il rutto edificante, io lo trovo solo schifoso. A meno che non sia l'abituale colonna sonora del tempo passato con lei. Dal junk food al junk box il passo é breve. Immagino sia anche in grado di modularli a seconda delle situazioni, infatti.

      Buona serata.

      Elimina
    10. Amalio carissimo... "conoscerti" è un verbo che non utilizzerei, visto che preferisco usarlo per persone che conosco davvero. Orbene, avrai anche sentito la mia mancanza, ma per quanto mi riguarda non è stato così, nel senso che mi ha fatto sorridere il fatto che tu abbia commentato proprio nei giorni in cui, rileggendo un vecchio post e trovandovi un tuo commento, mi son chiesta: "Ah, chissà che fine ha fatto!". Ora, da qui a dire che ho sentito la tua assenza ne corre... Come al solito interpreti a modo tuo quel che ti fa piacere... lo sai che puoi commentare, ma senza esagerare... il problema è che alla fine esageri! Ovviamente, non posso prenderti sul serio, visto quello che scrivi, e se non ti prendo sul serio sappi che lo faccio per te, per non offenderti, perché sai, se pensassi davvero di me (una donna che non conosci) tutto quello che pensi, ecco, come dire, sarebbe un tantino preoccupante per la tua salute mentale. Quindi finché scherziamo va bene, ma senza esagerare. Tu non mi conosci, altrimenti sapresti benissimo che trovo stucchevoli i complimenti e che non li prendo praticamente mai in considerazione, con rare eccezioni.
      Quanto al rutto, mi associo a Canottiere, lo trovo schifoso e non elegante. Non vedo cosa ci sia da gloriarsene. Per carità, capita a tutti, ma da qui a farsene un vanto ne passa... Non so se dal blog si capisce, ma ciò che è rozzo e triviale non mi appartiene.
      Quindi stai tranquillo e commenta finché vuoi, ma non pretendere pure che ti dia credito... ;)

      Elimina
  12. mmm...veramente intenso [e sentito:( ]
    Grazie per il link ...mi faro' un giretto nei tuoi post :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te e benvenuta! Credo che la tua sensibilità alla poesia qui possa trovare un po' di respiro... :)
      Sto leggendo anch'io tutto il tuo blog :D

      Elimina
  13. Anch'io gli ho dato un'occhiata. Appiccicosissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma chi Amalio? Silver, confessa, l'appiccicosissimo ti attrae :P

      Elimina
    2. É vero, mi affascina. Come tutto quello che non mi appartiene e che non mi apparterrà mai. Cerco di capirne i meccanismi che fanno leva sull'emotività altrui. Ma non vorrei mai essere così sdolcinata. Preferisco lo stile di cq.

      Elimina
    3. Scusa se sono distratta, ma ho qui la ragazzina che mi ripete la tesina per gli esami (siamo all'arte romantica)... e temo di essermi persa. Cos'è che trovi sdolcinato?

      Elimina
    4. L' appiccicoso e sdolcinato blog sarei io? Ahahahah ma giusto ogni tanto...
      Poi un poco di zucchero in questa amara vita...

      Elimina
    5. Io non lo trovo sdolcinato, ma dolce sì. Poi ognuno ha i suoi gusti. E concordo con S. un po' di zucchero a volte è indispensabile :)

      Elimina
    6. uffa :) ed io che pensavo di avere anche un pò di pepe :(
      mi sa che quello/a ha letto solo gli ultimi post...che sono in fase
      tre parole: sole cuore amore AHAHAHAH
      ciao Ale

      Elimina
    7. Ahahahah, ma infatti!!! Ecco perché a me piace leggere i blog per intero, prima di dare un giudizio. Nel tuo c'è il dolce e l'amaro. Pure nel mio. Con vette di dolcezza non adatte ai diabetici e vette di amarezza indicate ai suicidi :P

      Elimina
  14. Quel blog. Ma é di Amalio/a? Io la gente così indecisa sul sesso di appartenenza non la capisco. O forse non ho mai avuto questi problemi. Carnivora da sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Silver: non ho alcun blog, spiacente.
      se vuoi puoi trovarmi (forse per poco ancora) presso questo mulino a vento.
      Ancora, il nome "Amalia Delana" aveva un significato che canottiere ha colto. Averi preferito stare nel limbo ma ho optato, svelando in minima parte qualcosa di me, per l' Amalio (Amalione per chi non appreza le freddure) Delana

      see you soon
      Amalio Delana

      Elimina
    2. Amaliooooooooooooo... ma perché adesso dici che il mio blog è un mulino a vento, perchéééééééé???
      Mi sento così Don Chisciotte!

      Elimina
    3. O Don Cosciotte? Magari di pollo... vabbè... meglio andare a dormire, ché domani mi porto la ragazzina al mare e finiamo di studiare la stramaledetta tesina. Che Chopin ci assista!

      Elimina
  15. Canottiere Dicotome16 giugno 2012 21:13

    Mi spiace, signor Amalio, non sapevo che fosse in incognito. Ma se non sbaglio anche la tenutaria di questo blog c'era arrivata. Idea. Per continuare ma restare in incognito potrebbe firmarsi Mister X.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh... non è che ci vogliono due lauree per arrivarci!

      Elimina
  16. Canottiere Dicotone16 giugno 2012 21:16

    Se fosse abile nel disossare il pollo, potrebbe firmarsi Amalio Delama.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse potrei firmarmi Amalio Delama solo prima di fare harakiri

      Amalio Delana

      Elimina
    2. Io farei volentieri harakiri... tra trasloco e lezioni sono arrivata al limite!

      Elimina
  17. Ciao Canottiere :-)
    Amalio Delana

    RispondiElimina
  18. Alessandra buondì :)
    (Amalio)

    RispondiElimina
  19. Canottiere Dicotone17 giugno 2012 11:06

    O buongiorno, signor Amalio. Buongiorno anche a lei, signorina Ale. Oggi mi riposo. A furia di vogare per i blog, mi sono venute due spalle così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Canottiere, non esagerare con le vogate, le spalle enormi non si addicono alle fanciulle! :)

      Elimina
    2. @ Canottiere Dicotone:
      Vogare è unattività aerobica. Ha anche buone proprietà di attivazione dei muscoli sia della parte superiore del tronco (schiena, braccia, addominali e pettorali) sia, in misura minore, della parte inferiore (gambe).
      Quindi ti immagino in formissima e pronta per conquiste! :-)

      Amalio Delana

      Elimina
    3. Canottiere Dicotone17 giugno 2012 14:36

      Ho sempre avuto le spalle larghe, in effetti. Però sulla mia mezza vena varicosa non ha avuto alcun effetto benefico, sigh. Cosa vuole che conquisti? Gli insetti impollinatori, forse. Mi amano, devo dirlo, ma coi bombi non ci trombi.

      Elimina
    4. @ Canottiere Dicotone: guarada che le api (e anche i bombi) si posano sui bei fiori......

      Amalio Delana

      Elimina
    5. Che cosa sono i bombi?

      Elimina
    6. Sono insetti oggetto di studi in aereonautica xke' col loro corpo e con le loro ali non "potrrbbero/dovrebbero" volare. I bombi, non lo sanno e percio' continuano a volare...

      Canottiere si sente la tua assenza...

      Amalio Delana

      Elimina
    7. Amalio, perché non crei un account google col tuo nick? Poi ti scegli un bell'avatar e con quello commenti, meglio che essere anonimo, no?
      Grazie per la spiegazione. Io sono tornata dal mare con un principio di mal di testa...

      Elimina
    8. Qui da te sono Amalio, ma "altrove" uso un altro nick.
      Chissà se, tu, con la tua fantasia, sia riuscita a indovinarlo....
      Ah, ti dirò di più: questo mio nick è stato "scippato" e riusato nel titolo di un libro (quando si dice la fantasia....)
      Ancora, se "svelassi" il mio (strampalato) nick perderei quell'insieme di note che fanno di me l'homer simpson, l'essere "ompletamente schizzato e da non prendere sul serio nemmeno per sbaglio", il "pig-malione" e il giocherellone che non (cerca di) prende(re) sul serio nemmeno se stesso (o almeno non troppo).....

      Quanto al mare, o la mattina presto o la sera tardi, quando il sole è meno "pericoloso" per la pelle, ma penso sia superfluo come consiglio. Quanto al principio del mal di testa, che sia dovuto al fatto che queste siano x te le prime giornate di sole (e mare)?

      A presto, Amalio Delana

      Elimina
    9. Intendevo dire che puoi creare anche un altro nick come Amalio e no, francamente non passo il tempo a pensare su quali altri blog bazzichi e con quali altri nick...
      Ovviamente non sono stanca per il mare, perché ci sono stata solo poco... come ho scritto, ho lavorato anche oggi, ma in giardino e all'aria aperta. Quanto al mal di testa è stata tutta colpa di una vicina di casa che è entrata in giardino dopo aver fatto un bagno nel profumo e io mi son sentita male...

      Elimina
    10. Canottiere Dicotone17 giugno 2012 22:04

      Ma il profumo era così cattivo?

      Elimina
    11. La parte in cui io potrei morire per un profumo l'ho già raccontata?

      Elimina
    12. Canottiere Dicotone17 giugno 2012 22:26

      Non saprei.

      Elimina
    13. Ho una vita piuttosto complicata, diciamo così... :)

      Elimina
  20. Ciao carissimi! Vi scrivo dal mare. Qui soffia un vento fortissimo e sulla spiaggia c'è poca gente. Amo il mare agitato e il vento che scompiglia tutto. La sabbia è bollente, il sole pure. Ma ho fatto solo una pausa, perché anche oggi gli esami di terza media incombono e dobbiamo finire di imparare la tesina (cioè lei deve finire, io devo fare le slide). Fino alle 16.30 tregua, poi si ricomincia. Finalmente posso stare all'aria aperta in giardino.
    Vi auguro una buona domenica :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho ben capito chi deve fare l'esame di terza media :)

      Elimina
    2. Io, ovviamente, no? :P

      Elimina
    3. oddio sarà la sorella minore, o la figlia.... :)

      Elimina
    4. Per essere mia figlia avrei dovuto concepirla a 19 anni e io all'epoca ancora non conoscevo le gioie del sesso... :D
      Non ho sorelle, è solo una ragazzina che seguo da tre anni ;)

      Elimina
    5. allora hai la mia età bwahaha

      Elimina
    6. No, io sono di certo più grande di te! 33 :P

      Elimina
  21. Canottiere Dicotone17 giugno 2012 14:38

    Ma sta in spiaggia o in giardino, signorina Ale? Non ho mica capito. Ah, ha la buca della sabbia in giardino, quella per i bambini. Spero non abbia un cane, é il posto che preferiscono per le deiezioni. Stia attenta a dove mette i piedi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata prima in spiaggia e poi nel giardino della mia casa al mare. Mi sono addormentata su una brandina e mi sono risvegliata con una striscia sul viso, credo di aver fatto i 20 minuti di sonno migliori degli ultimi mesi :)
      No, niente cani, ho solo Ariel, la micia più bella del mondo, di cui campeggia un ritratto sulla barra qui a sinistra. E lei la fa solo nella lettiera, quindi nessun pericolo :P

      Elimina
  22. Canottiere Dicotone17 giugno 2012 22:02

    Splendida miciona, i miei complimenti. Che meraviglia, il ronfare di un gatto. Ah, signorina le, non condivido neanche un po' il suo commento sul blog della strafiiga. Mi perdoni, ma la diplomazia non é il mio forte. Forse la veemenza mi ha preso la mano, però. Non posso farci niente, quando sento parlare di progetti mi viene l'orticaria. Forse perché a parlarne sono sempre le persone più inconcludenti.

    Signor preacher, ho sbirciato nel suo blog e mi sono spaventata moltissimo. Come mai le hanno buttato l'acido muriatico in faccia?

    Signor Amalio, non si preoccupi, non credo che il suo prossimo impazzirà cercando di capire chi sia, compresa la sottoscritta. Si firmi un po' come le pare, dunque. Mi sono portata sfiga da sola, con la storia degli insetti. Le vespe hanno fatto il avo nel box della caldaia! Purtroppo ho dovuto usare le maniere forti, e mi dispiace, ma pure queste cretine cercano dei posti assolutamente inopportuni. L'unica soddisfazione é che hanno punto mio marito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, ti ho risposto. Ognuno ha la sua visione. Basta non dare per scontato che la propria sia l'unica. Forse fanno progetti non solo gli inconcludenti, ma anche chi ha bisogno di sopravvivere e dare un senso alla propria vita. :)

      Elimina
    2. perchè sono cattivissimo e antipaticissimo!!!!!!!!

      Elimina
    3. Canottiere Dicotone17 giugno 2012 22:27

      Oddio. Non stento a crederlo.

      Elimina
    4. ma il canottiere è canottiera?
      oddio, ma è Silvan?
      e la strafiga sarei io?
      no, eh, buono a sapersi.

      Elimina
    5. Risposta alle tre domande: sì!
      Figo eh? :)

      Elimina
    6. il nick è veramente geniale.
      e io che pensavo avesse a che fare con la dicotomia...

      Elimina
    7. Silver è geniale... e ha il coraggio di fare il verso ad Amalio, riuscendo persino a farlo contenere. Non la ringrazierò mai abbastanza :)

      Elimina
  23. Canottiere Dicotone17 giugno 2012 23:04

    Io non sono geniale, sono solo fuori dali schemi. E siccome sono tutti schematici, ci vuole poco a mandarli in tilt. Il signor Amalio credo di averlo conosciuto in una vita precedente. Nel qual caso farei bene a darmela a gambe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma solo io vedo Amalio innocuo? Che avrebbe fatto quello sciroccato in una vita precedente? Io di certo cose orribili, visto quello che sto scontando in questa. Nella prossima voglio reincarnarmi in un gatto o in un soffio di vento.

      Elimina
    2. É un turlupinatore. Senza cuore. Gliel'ha mangiato il gatto.

      Elimina
    3. Dici? Dalla sua espressione sembrerebbe tutt'altro... la mia gattina è una feroce cacciatrice di uccelli e lucertole. Se li mangia per intero, cuori inclusi.

      Elimina
    4. Strano. Le femmine, di solito, lasciano le prede vive. La mia gatta, almeno, faceva così.

      Elimina
    5. La mia le cattura, ci gioca, le ammazza e se le mangia... ma fa anche cose strane del tipo guardare prima di attraversare la strada e tante altre...

      Elimina
    6. Sarà mica la gatta di Marcella Bella?!

      Elimina
    7. Ma no!!! È la mia gattina, me l'ha regalata il grande amore della mia vita quando eravamo ancora amici... ed è schizzata come me. Ne sono orgogliosa :)

      Elimina
  24. Meh, questa cosa un poco hard non la ricordavo mica.

    RispondiElimina

Soffia qui