Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

mercoledì 6 giugno 2012

Ritorno a Milano

Foto: dal Web

Visitando i luoghi un tempo familiari succede di non trovare più le persone, ma spesso neppure le cose. Ciò che rimane per sempre è solo l’attaccamento ostinato del cuore, soprattutto per gente testarda come me. […] quando si ritorna nei vecchi posti, i ricordi conservati per lunghi anni, quelli più cari e preziosi, quelli sopravvissuti al vaglio del nostro fumoso passato, di colpo ci si squarciano davanti agli occhi, si distruggono, si riducono in cenere… e quel che resta è un dolore inarrestabile che ti sgorga lento dal cuore e lentamente si disperde.

Zhang Jie, Senza parole

38 soffi di vento:

  1. dolore... è inarrestabile, ma si disperde lentamente... prima o poi sarà talmente tenue che non farà più male e rimarrà solamente una memoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine passa tutto. Ci vuole solo del tempo

      Elimina
  2. Per fortuna non sempre è così...

    RispondiElimina
  3. Ma sei arrivata già ieri e io avevo capito oggi?

    RispondiElimina
  4. Leggendo questa cosa mi hai rammentato che:
    "Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma"
    (Antoine-Laurent de Lavoisier)
    e questa "cosa" non credo valga per la chimica e la fisica, ma anche per tutto ciò che ci circonda e che ci avvolge. In particolar modo vale per gli affetti e per il cuore. (senza dimenticare fegato, frattaglie, dell'olio, una cipolla e vino bianco che rendono il soffritto unico! ^_^ )

    (Ringrazio x la "collaborazione" Google e Wikipedia)

    A presto cara Alessandra,
    la tua affezionata Amalia Delana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque, che si sappia, io non ho mai usato la maglia di lana... pizzica!!!

      Elimina
  5. molto spesso è vero.
    ma forse solo per chi è ineluttabilmente attaccato al passato, in modo quasi morboso.
    solo se le cose passate e felici sono ormai finite, o cambiate, allora sì...altrimenti direi che oltre al dolore sorge anche un sorriso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io resto attaccata solo a un passato che ho ferocemente amato... il resto lo dimentico. Come sempre è l'amore che mi complica la vita.

      Elimina
  6. Canottiere Dicotone10 giugno 2012 17:18

    Dolore, dolore e ancora dolore. Che due coglioni. Fatevi fare il solletico da qualcuno, ogni tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un caloroso benvenuto al fratello sveglio di Amalia! Ci aspettiamo grandi cose da te!!!

      Elimina
  7. leggo, relativamente a "canottiere" come (del) "fratello sveglio di Amalia! Ci aspettiamo grandi cose da te!!!"
    Traggo questa amara conclusione:
    non sono sveglio (e te ne accorgi solo ora?!?!!? :P )

    é quel "ci aspettiamo grandi cose da te" che mi spiazza e che non so interpret.. intepretr.. interprrprprprprprpr.....

    un abbraccio affettuoso
    Amalio (ammaliato) Delana :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapevo che l'avresti detto... e so già come risponderti. L'aggettivo sveglio qualifica l'eventuale fratello di Amalia, ma non ci dice niente su Amalia. In ogni caso Amalia potrebbe avere anche un fratello tardone. Ma quando Dio ha dispensato la logica eri andato a mangiare un gelato? Confessa...
      Ascoltami, caro, fa tanto caldo, non sforzarti a interpretare alcunché e non ti azzardare nemmeno a pensare di abbracciarmi! Piuttosto, stai studiando? :P

      Elimina
  8. questa cosa mi (ri)porta alla memoria gli spaghetti western, nello specifico quelli con terence hill e bud spencer (pseudonimi di due attori italianissimi....) laddove il biondo era il fratello sveglio del barbuto

    il che, per me, porta a dedurre che il biondo è il/(interpreta il ruolo del) fratello sveglio *rispetto* al barbuto....

    Quando il Padreterno stava a dispensare la logica può darsi pure che io non fossi presente, ma col tempo mi sono ritrovato ad averci a che fare (studiandola poco e male. Non immagini quanti gelati ho mangiato nel frattempo..... ;) )

    ah, un'altra cosa..... sono così tanto repellente visto che "non ti azzardare nemmeno a pensare di abbracciarmi!"????
    mi spiego meglio.... tu non "rifiuti" l'abbraccio ma, addirittura, l'eventuale PENSIERO dell'abbraccio... :(

    vado a vedere le regressioni che almeno mi danno più soddisfazioni...... :P


    a presto, il tuo affezionato e devoto (oli)

    Amalio (ammaliato) Delana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che la logica non l'hai studiata bene! Su, su, impegnati almeno con le regressioni, su quelle non dovresti avere problemi.
      Per il resto, si sa, sono refrattaria al contatto fisico, soprattutto se di provenienza estranea. Quindi tranquillo, non trovo repellente te, visto che nemmeno ti conosco. Mi lascio abbracciare e abbraccio solo pochissime persone :D

      Elimina
    2. leggo, tra le righe, un leggero, leggerissimo sfottò relativamente alle regressioni..... -.-
      chissà se riuscirei a far parte di quella ristretta (e privilegiata) cerchia di persone che abbracci e riescono ad abbracciarti.....

      nel frattempo ti mando questi:
      http://cookaround.com/yabbse1/foto/showfull.php?photo=153609

      il tuo affezionato e devoto (oli)

      Amalio (ammaliato) Delana

      Elimina
    3. Bravo, lo vedi che non sei tardone? L'ironia ti è familiare. :)
      Quanto alla ristretta cerchia, abbandona i sogni di gloria. Sono scaduti i termini di iscrizione e non ci sono aperture delle graduatorie previste a breve.
      Grazie per i biscottini, ma non li posso mangiare (sig!)
      Fai il bravo e trovati una fidanzata, ok??? Dai, promettimelo! :D

      Elimina
    4. sogno di gloria?
      non conosco nessuna che si chiami gloria, come potrei mai sognarla????? -.-

      quanto ai biscottini, non erano biscottini qualunque: erano abbracci e, come avrai visto, erano grandi abbracci ;)

      devo trovarmi una fidanzata? per quale arcano motivo? cosa dovrei prometterti poi non l'ho mica capito....

      Amalio (ammaliato e non ammogliato) Delana

      Elimina
    5. Ci rinuncio... sei un caso disperato!

      Elimina
  9. Quello non é mio fratello, sia ben chiaro. É un maniaco sensuale, nel senso che gira nei blog e tampina tutte quelle che vede. Appena gliela danno, se ne va. La maglia di lana mica é la sua. Alla fine esige dalla vittima un souvenir. A me ha rubato le calze a rete e adesso non posso più andare a pesca. E nemmeno ad albicocca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, finalmente un commentatore interessante! Quindi l'hai data ad amalia? Volevo dormire ma non ci riesco, mi sa che resto qui ad ascoltare questa storia interessante. Poi si sa, come ho già detto, non uso maglie di lana, al massimo baby doll o sottovesti...
      A ciliegia come sei messa?

      Elimina
    2. sorellina finchè parli di sensualità sarei anche disposto a parlarne e, con tutti i miei difetti, ad ascoltare

      Se pensi che io "tampina tutte quelle che vede. Appena gliela danno, se ne va" sbagli. Sensualità è giocare, dare, avere, essere vicini e lontani allo stesso tempo ma innanzitutto significa avere un profondo rispetto per se stessi e per la compagna/compagno,fidanzata/fidanzato, marito/moglie e in una parola Amato e Amata

      Se poi parli di maglie di lana, canottiere di cotone, calze a rete e souvenir vari, non sono mai state/i esatte e tantomeno richieste/i

      Su una cosa hai ragione: la maglia di lana non è la mia ma di Superpippo

      Spero di non aver approfittato troppo del tuo spazio per rispondere ad "apprezzamenti" decisamente poco graditi

      un abbraccio
      Amalio (sempre più ammaliato) Delana

      Elimina
    3. mmm interessante... sembra una puntata di Carramba! Basta, è la terza volta che scrivo "interessante", si vede che ho mal di testa...

      Elimina
  10. Io non gli ho dato un tubo, a quello. É un cacciatore di gote, un bacino qui un bacino là e intanto allunga le mani. E ti ruba le calze a rete sul comò. O le mutande nella cesta della biancheria. O il reggiseno appeso fuori dalla finestra. Come te lo devo dire? É un maniaco feticista! Sembra innocuo, parla di rispetto, ma non sa manco che roba é.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per certi versi devo darti ragione sorellina.
      Per rubare mi piace rubare, ma non ciò che intendi tu ("ti ruba le calze a rete sul comò. O le mutande nella cesta della biancheria. O il reggiseno appeso fuori dalla finestra")
      Mi piace rubare lo sguardo della persona che mi trovo davanti, i suoi sorrisi, la luce che ha negli occhi e cerco di rubare quegli attimi interminabili (perchè in quei momenti il tempo si ferma) mentre l'Amata ti guarda e sorride....
      Pensi davvero che questo possa essere lontanamente paragonato all'"allungare le mani"?
      Molti saprebbero allungare le mani su una Donna. Purtroppo qualche essere indefinibile anche per picchiare.

      Io mi accontento degli occhi dell'Amata che mi guarda e sorride.
      Calze, mutande e reggiseni sono indumenti a buon mercato che si trovano sulle bancarelle o in una qualunque merceria :P

      Amalio Delana

      Elimina
  11. @ Guarda, ruba: in sintesi mi stai dicendo di stare attenta ad Amalia recentemente ribattezzatosi Amalio per sancire in modo definitivo il suo essere uomo? Aahhahaha, ora, con tutto il rispetto, ma io nemmeno lo conosco e già da come scrive non è proprio il mio tipo. Lui lo sa che non deve oltrepassare certi limiti, prima di tutto a parole. Quindi, finché sproloquia come fa di solito lo lascio fare; dovesse passare il limite (come ha già fatto) scatta prima la nota e poi la sospensione. Vero, Amalio? Mica è l'unico squilibrato del web... ognuno ha la sua particolare sfumatura di follia, me e te comprese.

    RispondiElimina
  12. Guarda, ruba e stivo14 giugno 2012 00:04

    Ok. Allora deve essersi invaghito del profumo del tuo ammorbidente. Amalio usa Pirlana, io uso Coccolino. A me non mi si fila, a te sì. Quindi devi usare un'altra marca. Ci sono! Vermel!

    Io sono perfettamente insana di menta, prego. Ne vado pazza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, mi piaci un sacco! Ma con gli ammorbidenti caschi male... non uso nulla che sia profumato, ci terrei a non morire così. Ho sempre pensato a un finale tragico ed esaltante, crepare col profumo mi rovinerebbe questo sogno :-)
      Ho un'ottima tisana alla menta, melissa, coriandolo, finocchio, rosa canina, anice e fiordaliso. Ne vuoi una tazza? Per te fredda, perché fa caldo, per me bollente, perché anche col caldo sento freddo.

      PS: Amalio è un residuato bellico di Splinder, mi deve ancora svelare il motivo del suo attaccamento ostinato.

      Elimina
  13. Guarda, ruba e stivo14 giugno 2012 00:05

    Io sono sfortunata. Ho conosciuto solo quelli scemi, su Internet.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel senso che li hai conosciuti solo virtualmente o anche di persona?

      Elimina
    2. Io invece ho la calamita per i pazzi... ma ho conosciuto anche persone splendide.

      Elimina
    3. Guarda, ruba e stivo14 giugno 2012 00:25

      Soprattutto di persona. Mi ero illusa che fossero scemi solo su Internet. Invece lo sono anche nella realtà. Persino di più! Che delusione. Adesso provo a cercare quelli intelligenti, su Internet. Hai visto mai, lo fossero anche nella realtà... Mi sono guardata le splendide poesie di Emily. Che meraviglia. Bello l'accostamento con Burroughs. Quello di Tarzan, se non sbaglio. I dipinti di chi sono, invece?

      Elimina
    4. Di Cita, ovviamente! ;)
      Sai, indipendentemente da Internet, gli scemi sono la maggioranza. Gli intelligenti sono rari, ma esistono. Un po' come la pentola d'oro alla fine dell'arcobaleno. Sempre che qualche nano da giardino non l'abbia già rubata!

      Elimina
  14. Guarda, ruba e stivo15 giugno 2012 00:01

    Ah, sì, la pentola d'oro. Quella che ulula. La Ulularia. Io ho la teiera che fischia. É bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me hanno regalato un contenitore porta biscotti a forma di rana, quando lo apri gracida... O_o

      Elimina

Soffia qui