Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

mercoledì 15 dicembre 2010

Passi di danza


Scalza, senza pensieri.

Frullo ali di sogni 
nel tintinnio d'una campanella d'argento.
Scalza, danzo nell'ombra, 
nella poesia d'un inverno irrequieto.

Luce, muovo i miei passi.
Passo, tra una nuvola e un segno.
Sogno, folletti e sorrisi.

Scalza, sorrido al silenzio.

.

6 soffi di vento:

  1. Com'è che tu, scalza, sembri tanto delicata, mentre io, scalza, sembravo un'anima in pena?

    So che questo commento ti sembrerà insensato, ma è dettato da una strana telepatia. Poprio in questi giorni, infatti, cercavo in un vecchio blog un post da recuperare, che s'intitola proprio "Scalza".

    RispondiElimina
  2. Le coincidenze non avvengono mai per caso!!!

    RispondiElimina
  3. questo blog esiste anche in versione "low sugar content"?

    RispondiElimina
  4. Sgrad, tesoro, certo che no!!! Secondo te perché vengo a leggere il tuo? ^_^

    RispondiElimina

Soffia qui