Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

venerdì 5 settembre 2014

Parola di kamikaze - No gas


Antefatto: ieri nel supermercato vicino alla clinica, da noi terroneamente ribattezzato "Vincenzino", a seguito di una lunga valutazione nel reparto crucco di acqua, abbiamo preso tre bottiglie, perché Herr Professor ha lasciato vagamente intendere che se non bevo almeno tre litri di acqua al giorno, morirò fra atroci tormenti. 
Appena rientrati in hotel, il fido kamikaze ne apre una, la beve e fa una smorfia:

Ale: Hai visto? Bere fa malissimo, di certo è avvelenata. 

Kamikaze: Ti piacerebbe! È solo gasata, abbiamo sbagliato. 

Ale: Ma io non riesco a bere acqua frizzante. Lo vedi? È un segno divino per dirmi che bere è il male. 

K: Ti piacerebbe! Ora te la sgaso e vedrai se non bevi...

A: Sadico. 

Fedele alla sua missione, non solo l'ha sgasata, ma si è accertato che la bevessi. Oggi però era seriamente intenzionato a chiedere a qualcuno di indicarci dell'acqua minerale naturale.

A: Ma a chi vuoi chiedere?

K: Al primo che passa lì davanti. Altrimenti chiedi tu a quella signora lì. 

A: Io non chiedo, mi vergogno. 

K: Allora chiedo io a quel tipo biondo che si sta avvicinando. 

A: Ok, io però non ti conosco, vado a nascondermi dietro le patatine. 

Il kamikaze parte all'attacco. 

K: Sorry! It water. No gas.

Ignaro malcapitato: dghhursaguu yffjiyhkh fguikj hfrrf Gas.

K: Ah, ok. Ok. Thank you! 

A: Quindi? Che ha detto? 

K: Boh, non ci ho capito un lello...

31 soffi di vento:

  1. No, no, il kamikaze ha capito, ma non voleva metterti in imbarazzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seee, come no. Abbiamo risolto ricordandoci che potevamo consultare un dizionario online e finalmente abbiamo capito come si dice in tedesco!

      Elimina
    2. Ohne Kohlensäure!

      Elimina
  2. Ma deve essere per forza in bottiglia? Leitungswasser, no? Io mi fiderei mille volte di più dell'acqua del rubinetto di Monaco che di quella di Lecce!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, bottiglia in vetro per essere precisi e no, non bevo l'acqua di rubinetto a Lecce e oggi ho assaggiato per sbaglio quella di Monaco, terrificante. A casa mia ho il depuratore. Quella di Monaco era piena di cloro. Solo in Alto Adige ho bevuto acqua di rubinetto eccellente.

      Elimina
    2. È vero! Io mi dimentico puntualmente che è molto più dolce di quella anconetana e che basta metà dose di shampoo, col risultato che ci metto le ore a risciacquare i capelli!

      Elimina
    3. a Roma l'acqua sa di clero

      Elimina
    4. http://it.m.wikipedia.org/wiki/Clerodendrum

      Elimina
    5. Che ci fai a Roma, Swann?

      Elimina
  3. buonasera! finalmente torno al mio pc con una connessione, alla tv, al frigorifero alle patatine e a tutte quelle cose alle quali la mia vacanza purificante mi aveva obbligato a rinunciare...ebbene sì da mollusco quale sono mi faccio comandare dai luoghi...

    alerina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm. La cosa ci riguarda?

      Elimina
    2. Bentornata, Alerina! Dove sei stata?

      Signora, certo che la cosa ci riguarda. Come ci riguardano le sue sparate, ci riguardano anche le esternazioni degli altri. Non può essere l'unica protagonista!

      Elimina
    3. Sarà. A me, il fatto che si faccia comandare dai luoghi, non mi riguarda manco un po'. Anzi, mi lascia del tutto indifferente!

      Elimina
  4. Uff, ma dov'è finito quel rospo malefico?!

    RispondiElimina
  5. buongiorno cara alej sono tornata come d'abitudine sugli scogli della mia infanzia
    solo il pensiero mi commuove
    e lì mi rigenero praticamente nutrendomi di luce e acqua...

    tutto il resto dell'anno sparisce al confronto di questi giorni. Non è il posto in sé ad essere magico. Potrebbe essere un qualsiasi luogo, di mare nel mio caso. Sono i pensieri che cambiano quando siamo in vacanza e tentiamo di spogliarci del superfluo. Anche se la connessione web ormai mi sono resa conto che non la posso più mettere tra il superfluo: non sono riuscita ad abituami alla sua mancanza.

    cara SS spogliarci del superfluo va bene, ma mi accorgo ora che essere accolta dalla ruvidezza della tua scorza di succosa e dolcissima ananas è un vero piacere. Ah il bello della ritrovata routine!

    alerina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale scorza! Ma quale dolcissima! Mi confonde con qualcun'altra.

      P.S. Le propongo una valida alternativa al web. La tv! Al posto dei post, le fiction.

      Elimina
    2. Alerina cara, i luoghi in cui ci rigeneriamo sono preziosi. Tu però non sparire ancora, ché qui ci preoccupiamo (eccetto la signora Silvana).

      Elimina
    3. eddai va bè che sono anziana ma agosto non è il mese giusto per me per tìrare le quoia. non preoccupatevi per così poco...:D

      alerina

      Elimina
    4. @ cara ss ho provato con la tv, ma non funziona. non è abbastanza Inter-attiva. e non faccia la sostenuta: scorza e succo ci sono.

      alerina

      Elimina
    5. Io non faccio affatto la sostenuta. Faccio quello che mi va al momento. È bellissimo. Provi!

      Elimina
    6. P.S. La avviso, ci riescono e possono permetterselo in pochissimi.

      Elimina
    7. "lavoratori..."

      Elimina
  6. Alerina, però sparire così, ci fai stare in pensiero
    potevi almeno segnalarlo sul tuo blogghettino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Significa che di quelli che commentano sul suo blog non gliene frega un cacchio, mi pare evidente. Forse per questo certe dichiarazioni fasulle le trovo immensamente fastidiose. Non collimano col comportamento.

      Elimina
    2. il problema è che i blogghettini sono troppo faticosi. non ho mai niente da dire/scrivere. inoltre segno password dappertutto e poi perdo i fogli... ma non sono sparita così tanto, dai!. Era nella media.

      anche loggarmi è un problema.

      alerina

      Elimina
  7. miiiii... eh sì che te sembri una abbastanza tecnologica. come non vi è venuto in mente subito di connettervi alla rete e fare questa scoperta? ;-))))
    comunque mi ha pure stupito che tu, proprio tu, donna salutista, non riesca a riconoscere la potenza del bere un sacco d'acqua e a piegare la tua volontà alla santità dell'acqua. ghghgh

    rane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Rane finalmente ha scoperto l'acqua. L'unica, nel Triveneto.

      Elimina
    2. Rane cara, non ci è venuto in mente subito perché raramente faccio ricerche dal cellulare. Però poi ci siamo arrivati, eh! ;-)
      Non ti stupire per il resto, io sono salutista per obbligo e non per scelta, poi non sento proprio l'esigenza di bere e finisce che mi disidrato... fosse per me comunque mi sfonderei di dolci, birra e patatine fritte. Tutte insieme! :-P
      Ah, e di caramelle gommose e frizzanti! E di liquirizie... ahhhhhhhh

      Elimina
    3. caro anonimo che niente niente non si capisce chi è, vorrai mica farmi credere che quella che riempe la laguna sia acqua?

      la birra non và bene per reidratarsi, Ale? ... mmmm peccato

      semprerane

      Elimina
    4. Ranetti... la reggo pure pocooooooo

      Elimina

Soffia qui