Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

venerdì 29 novembre 2013

Random



In sostanza, un pollo
La mia diletta allieva mi comunica l'ennesima rottura col fidanzatino. 
"Non si comportava bene. Mi ha fatto aspettare per ore più volte" ha esordito sconsolata. 
Male, malissimo!!! Ti ho detto mille volte che devi tirartela, una donna non deve aspettare mai, deve farsi aspettare. Guai a te se ti fai trattare di nuovo così, capito?
"E poi..."
E poi?
"Preferiva le canne a me" mi ha confessato perplessa, "andava nel vicoletto con gli amici e non lo vedevo più". 
Insomma, tutto fumo e niente arrosto.

Par condicio
Tutto iniziò con l'incubo che mi vedeva a New York (bene, benissimo) come fidanzata di Enrico Letta (male, malissimo). Sta proseguendo con l'incubo che vede giungere alla mia dimora Schifani, con le bomboniere che avevo donato ad alcune persone per il matrimonio. Tremo all'idea di possibili ulteriori sviluppi.

Anomalie I - I capelli
Sono passata dall'aver avuto fidanzati che non si accorgevano di drastici tagli di capelli al kamikaze che si è accorto che ho cambiato l'acconciatura all'avatar che mi rappresenta sulla Wii. Quest'uomo mi sconcerta.

Anomalie II - Droghe pesanti
Tornata da Milano, dopo l'ennesimo giro dottori-malori, mi son beccata la bronchite e... vabbè, evitiamo i dettagli. Ogni mattina il kamikaze mi guarda e mi dice che sono bellissima. Quest'uomo la deve smettere di drogarsi.

Anomalie III - La piccinna
Squilla il telefono. Leggo il nome sul display. Rispondo solo Pronto? e lei urla: "Madonna! Ma stai malissimo. Zitta, zitta, non parlare. Metti giù subito il telefono". Poi chiama il kamikaze e, sempre urlando, lo minaccia: "Guai a voi se la fate uscire dalla stanza. Tenetela al caldo. Vengo io a cucinare. Non fatele fare niente, guai a voi se la piccinna peggiora, altrimenti vi uccido tutti". Special guest star, mia suocera. Non è dato sapere perché parlasse al plurale.

Anomalie IV - La signorina
Non c'è stato uno che sia uno, a Milano, che mi abbia chiamato signora. Tutti signorina. Compreso il cigno. Eppure il kamikaze ha fatto di me una donna onesta...

Conferme I - Uomini prevedibili
Anche questa volta mi è bastato sgranare gli occhioni, assumere un'espressione moderatamente disperata davanti alle scale et voilà! tre uomini sono stati così cavalieri da portare la mia valigia. La tecnica Bambi funziona sempre.

Conferme II - Uomini corruttibili
Amore, sull'autobus per Linate ho fatto amicizia con un bassotto di nome Otto. Lo prendiamo un cucciolo l'anno prossimo? chiese la sconsiderata tornata malconcia dal gelido Nord. "Come faccio a dirti di no, se mi guardi così?" rispose il kamikaze alla mogliettina sofferente. Perché bisogna trovare sempre il momento giusto per chiedere. Versione più raffinata della tecnica Bambi.

Conferme III - Legge di Murphy
Siate disponibili e di buon cuore, ma sappiate che quando servirà qualcosa a voi (tipo una macchina così capiente da poter andare a recuperare da Ikea tavolo, divano e sedie), a tutti i vostri amici si sarà rotta la macchina, contemporaneamente. Amen!



28 soffi di vento:

  1. Devo dire che la cosa dell'acconciatura dell'avatar della wii mi ha fatto molto ridere.
    Me però escici l'avatar.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti stai baresizzando?

      Non so se riesco a fargli una foto, poi ci provo.

      Poi=tempo di caricamento degli ebook

      Elimina
  2. ciao Ale
    riguardati che le stagioni non son più quelle di una volta e l'aria è inquinata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me lo dici, fraticello? Comunque grazie del pensiero, mi sto riguardando. :-)

      Elimina
  3. Neffa che dice?29 novembre 2013 23:11

    Ma è uno spasso questo post! Si rimetta presto, signorina!

    RispondiElimina
  4. schifani???? schifani????? ti sei acconciata in capelli dell'avatar come schifaniiiiiiiiiii ????

    RispondiElimina
  5. ......ma lei signorina, lo sa bene, che a MIlano c'hanno l'occhietto "selettivo" e il "signorina" l'è un gran cumplimèn (molto più fine, ma molto affine a bela gnocca!),e per di più, inscì stando le rose, lei potrà farsi portar tutte le valigie che la vol!
    E il kamikaze mi sembra un sciur molto lucidissimo, dato che io posso testimoniare che, nella realtà, la Ale l'è persin più bela che in foto!
    ritò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona ritò, troppo buona. Comunque lo dico sempre che dal vivo son meglio che in foto :-P

      Elimina
  6. Quando mi chiamano "signora" mi viene una specie di broncio interiore. Per fortuna che poi mi consolo con tutti quelli a cui dico la mia età e si stupiscono che io possa averne quanti ne ho. Durerà ancora per poco. Lo so.
    Un uomo che si accorge che hai cambiato l'avatar sulla Wii è da sposare. Ops... lo hai già fatto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che ne sai che durerà per poco? Nemmeno io li dimostro, perciò mi prendono per signorina... ahhahahahah

      Elimina
    2. Prima o poi questa pacchia finirà. Le pacchie mica durano per sempre!

      Elimina
  7. escici i libretti

    RispondiElimina
  8. Direi che signorina è proprio brutto. Fa molto vecchia zittella. Sarà l'avatar ma tu non sembri una vecchia zittella. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, ma no, Gae, me lo dicono perché sembro più piccola ;-) Eppure son vecchietta!

      Elimina
  9. brava! bisogna sempre consigliare alle giovani fanciulle in fiore di farsi attendere. è il segreto della nonna che deve esere tramandato ...
    alerina, con un bacione a tutti i tuoi commentatori e tanta nostalgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi faccio baciare dagli sconosciuti. Lei chi è?

      Elimina
    2. Alerina, tesoro!
      Dai, tornaaaaaaaaaaaaaa, qui c'è sempre posto per te

      @ Silvana: una persona deliziosa, anima delicata dei tempi splinderiani

      Elimina
    3. Ah, allora non la conosco. Beh, meno male che si è rifatta viva, se l'ha ispirata a scrivere di nuovo qualcosa qui!

      Elimina
  10. @ gent. signor silver silvan,
    ha ragione: anch'io non vorrei essere baciata dagli sconosciuti! mi scuso per l'equivoco che ho inavvertitamente creato. effettivamente il mio "bacione" era indirizzato a nomi come fracatz straf e altri che ho ritrovato tra queste pagine. perdoni lo slancio nostalgico che mi ha fatto trascurare le tante altre nuovissime firme.
    alerina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo avevo capito. Eppure pensi, oggi l'ho pensata! Sa perché? Mi stavo leggendo lo Scanzi e mi colpisce una frase, proprio sulla nostalgia. E mi è tornato in mente il suo commento. Aspetti, ora la cerco, la frase.

      Elimina
  11. Eccola.

    "E io detesto la nostalgia. Mi piace la memoria, che è un'altra cosa, perché priva di cascami retorici e lagnanza barbose."

    Non ho potuto che dissentire, la mia idea di nostalgia non è così negativa. Soprattutto, è priva di retorica e lagnanze, per giunta barbose. La considero più come un fuoco mezzo spento nel camino quando hai freddo. Ma non vale la pena di aggiungere un ciocco perché si è fatto tardi ed è ora di andare a dormire. Ecco, per me la nostalgia è quella sensazione lì. Che c'è di retorico?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non c'è niente di retorico. anzi mi sembra tutto molto vero. è bellissima l'immagine del camino e del ciocco...quando si è lì infreddoliti nel buio della notte e si sa che si dovrebbe fare altro, cose serie e salutari da persona perbene...andare a dormire per l'appunto per essere in forma per il lavoro del giorno dopo eppure si vorrebbe rimanere ancora, indugiare...

      e per esempio io oggi non son nostalgica per nulla dato che, infischiandomene bellamente di quel che farebbe una personcina perbene, indugio eccome qui a tarda ora e quel ciocco sul fuoco ce l'ho messo davvero e scrivo scrivo commenti e commentini ;-)

      tra la fine dell'800 e il 900 la nostalgia era anche retorica, un clichè di poetimalati e sofferenti, ma ora che noi digitali viviamo in un eterno presente, possiamo tranquillamente ricostruircela a modo nostro e liberarla da orpelli retorici come hai fatto tu. grazie!
      alerina

      Elimina

Soffia qui