Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

martedì 13 dicembre 2016

Eterno ritorno

Gli occhi dietro la maschera raccontano abissi e silenzi. Un sordo rumore riecheggia tra le nude pareti dell'anima a raccogliere frammenti di senso che non s'incastrano più.
Le domande non smuovono foglie. Sono le risposte a bruciare sul fondo del bicchiere ormai vuoto, senza che tu possa predirne le ceneri anche solo per gioco.
Controllo e regole. Non si può sfuggire. Controllo e regole a inaridire la luce. Non c'è scelta al deserto, forse solo un tacito assenso, ma il cuore è ribelle e non accetta confini. Purtroppo il limite resta e bisogna morire ogni giorno a se stessi per vivere nell'ingranaggio imperfetto di un corpo infelice.
Ché poi, bastasse questo a spolverare l'assenza. Bisogna morire un pezzetto per volta senza aver mai veramente vissuto, se si ambisce a una tomba sontuosa. Più la pietra è incisa e scolpita tanto più vuoto serve a coprire.
Altre pietre respirano in petto, basta spegnere loro le ali, risparmiando sul sole e la cera.
Sciogliere nodi e promesse non pregiudica l'alba. Il condannato si è visto negare l'ultimo desiderio e non vedrà comunque il giorno. Ciò che voleva sapeva troppo di vita per poter essere accettato. Tagliata la testa, terminato l'inganno.
Non osare concederti il dolore del giusto. Tutti hanno pronto il rimedio, ma il male è tuo e vuoi gustarlo fino in fondo, per scoprire il sapore che ha. Lo trovi denso e invecchiato, dal retrogusto rubino. Forse ti ubriaca un po' di malinconia d'autunno. Eppure quel calice continua a riempirsi.
Indossa la maschera ancora una volta. Lo sguardo che è dietro non tace e non mente. Eppure nessuno può sostenerlo.
Lorenzo Lippi, Allegoria della Simulazione. Olio su tavola. 1640. Museo d'Angers

3 soffi di vento:

  1. per fortuna che ho letto la tua risposta di ieri alla santa pellegrina, se no con questo scritto mi sarei angosciato.
    Più leggerezza con le cose di questo mondo, qualche sorriso, sperando in qualcosa di meglio.
    Ciao Ale

    RispondiElimina
  2. Qui tutti gradiremmo un altro post, se possibile.
    Preferibilmente entro l'anno solare.

    Saluti molto cordiali, anche ai gatti.

    RispondiElimina

Soffia qui