Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

mercoledì 13 luglio 2011

Il piccolo cigno

Peter Prosper Tillier, Leda and the Swan. Oil on canvas. Private collection.

Un piccolo cigno nero, nel cuore della notte, galleggia nel buio... L'anima gocciola sulla superficie del lago. Non ha memoria d'ali né ricordi d'azzurro. 
Dormo sulla riva un sonno di pioggia, di luna, di schegge d'argento sottili. Non ho memoria d'ali né ricordi d'azzurro.
Un giro bizzarro di vento scompiglia i capelli. Increspa l'immobile moto del lago. Mi volto stupita e lui è lì, davanti ai miei occhi, dolorosa bellezza in oscuro incanto.
Un istante perfetto in cui lo riconosco mio. Una mano a sfiorargli il dorso ed ecco, poesia di luce, il piccolo cigno si scuote l'ombra di dosso. Era nero di buio, ma conserva il bianco di un tempo, del tempo bambino in cui sapeva volare.
Ritroverà l'azzurro e la memoria d'ali e si librerà nel vento, sorridendo lontano.

.

27 soffi di vento:

  1. dolcissima poesia
    ciao cara

    RispondiElimina
  2. Grazie, piccola inata,
    un saluto anche a te

    RispondiElimina
  3. Non so mi inquieti e basta. Ma va bene, nè, tranqui.

    RispondiElimina
  4. Qualcuno, a proposito della musica di Chopin mi chiese cosa ci trovassi in quelle note di pianoforte. Risposi d'istinto che quelle melodie rappresentavano per me l'espressione della migliore squisitezza dell'animo,la luce che squarcia il buio, la bellezza che prende forma e si dona a chi sa capirla. Ecco, credo che anche la poesia sia tutto questo e leggerne una significa percorre gli spazi infiniti e nobili dell'intimità di chi l'ha scritta...
    un sorriso
    Gautier

    RispondiElimina
  5. sai che scegli sempre immagini che mi piacciono molto? non ne capisco nulla, non ne so: ma so che mi piacciono tutte quelle che posti.

    RispondiElimina
  6. hai un gusto veramente ricercato... Hai studiato arte moderna per caso?

    RispondiElimina
  7. @ Mammapellona: e meno male che questo voleva essere un post positivo! ^_^

    @ Inata: buongiorno a te!

    @ Gautier: come non concordare? Un sorriso anche a te ^_^

    @l mio sommo Maestro Blez Senan: non occorre mica capirne per riuscire a percepire la Bellezza... evidentemente la tua sensibilità è affine alla mia...

    @ Scacciavite: giuro di no! Non ho studiato arte moderna... ma sono costantemente protesa verso la ricerca del Bello, che sia immagine, parola, musica...

    RispondiElimina
  8. Toccante la delicatezza delle tue parole.
    Un sorriso e un bacio.
    Donivola

    RispondiElimina
  9. Grazie ^_^
    Un sorriso e un bacio anche a te, cara.

    RispondiElimina
  10. sarai perfettamente consapevole che continuando così pian piano si formerà una leggenda, sul Maestro Blez Senan... ;-)

    RispondiElimina
  11. Certo, non faccio mai nulla a caso... sto creando la tua leggenda ^_^

    RispondiElimina
  12. Bella come un sogno d'infinito.

    RispondiElimina
  13. buon inizio settimana

    RispondiElimina
  14. Cavoli che Blog impegnato e logorroico! peccato che tu non conosca l'italiano e la grammatica,guardati a casa tua amica mia!
    Ciao ciao Miss Miù

    RispondiElimina
  15. @ UIFPW08: (sorrido)

    @ inata: Buon inizio settimana anche a te ^_^

    RispondiElimina
  16. @ Miss Miù: credevo di aver sentito dire di tutto nella vita... ma che io non conosca l'italiano e la grammatica è qualcosa di così terribilmente avulso da ogni realtà concepibile che ti ringrazio per aver partorito tale immane rivelazione...
    Hai avuto per l'effimero momento di gloria di un commento il raro potere di farmi fare una risata a pieni polmoni... ti ringrazio di cuore, mi serviva una boccata d'aria ^_^

    RispondiElimina
  17. ha ha ha ,colpita sul vivo he? E si l'effimero senso di gloria ti ha abbandonata povera piccola ,offendi e cosa ti aspetti che ti dica grazie?ha beata ignoranza!

    RispondiElimina
  18. Mon Dieu! Che dire... se la canta e se la suona... ho smesso di sparare sulla Croce Rossa... ^_^
    Bene, ogni tanto un bel commento d'insulti ci vuole, così passo il tempo...

    RispondiElimina
  19. Dai Ale, è così liberatorio che adesso t'insulto anch'io: MONELLACCIA! TIE'!

    RispondiElimina
  20. ahahahahahah... Blez, tesoro, adesso replico a dovere, visto che sono un asso nell'insulto pesante... tu sei, tu sei... un lupacchione spelacchiato, ecco!!!
    ^_^

    RispondiElimina
  21. A scanso di equivoci e ad uso e consumo di non-lettori malfidati, il mio penultimo commento ha omesso un verbo fondamentale: ricevere.
    Ergo è da leggersi nel seguente modo:
    Bene, RICEVERE ogni tanto un bel commento d'insulti ci vuole, così passo il tempo...

    ... dal momento che non sono solita insultare nessuno e questo chi mi conosce lo sa. D'altra parte Blez ha ben compreso il senso e, infatti, ha risposto dimostrandolo.
    Se poi mi capita di replicare a persone che in modo arbitrario e ingiustificato, nonché inutilmente aggressivo, lasciano i loro commenti senza aver mai letto una riga, ma al solo scopo di colpire la persona, questo non significa che non lo faccia in modo educato.
    Purtroppo mi rendo conto che è difficile leggere serenamente quando si è mal disposti e quando si tende a interpretare in virtù delle proprie emozioni negative del momento, così come è difficile comprendere l'ironia se non la si possiede.
    La satira non sarebbe mai esistita, se i censori dell'ironia l'avessero fatta da padroni.
    Detto questo sono sempre aperta a un sereno confronto, ma con persone educate e ben disposte.
    Gli altri evitino.

    RispondiElimina
  22. Tornare e leggerti é sempre un dolce piacere,
    grazie Ale

    Alina

    RispondiElimina

Soffia qui