Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

martedì 14 aprile 2009

PREMESSA

Cammino.
Lentamente.
Scivolo tra sottili arabeschi di pioggia, leggera, sottile, evanescente come la luce che scompare al di là della porta.
Una porta.
Chiusa.
Mi avvicino.
Lentamente.
Poso la mano, anch'essa sottile, sulla maniglia.
La luce scompare.
Mi investe una tempesta di foglie.
Sollevo lo sguardo e mi ritrovo stupita a galleggiare in un mare d'argento, sospesa in un sogno dall'odore del vento. Le foglie volteggiano in aria, a formare disegni smarriti, figure di angeli e demoni, tonalità d'azzurro miste a ghiaccio.
Una carezza, lieve, sulla mia guancia.
Mi volto.
Ti vedo.
Attraverso la luce per guardarti.
Scompari.
Sento il tuo sguardo sulla mia pelle. Le labbra che sfiorano il senso.
Un brivido.
Lungo la schiena.
Percorre lentamente ogni parte di me.
Ti sento.
Chiudo gli occhi e mi abbandono al silenzio.
Ti sento.
La tua voce trafigge il tempo per raggiungermi.
La tua voce.
Brucia la notte come un respiro, come due corpi oscuri accesi d'ombra e d'abbandono, come labbra  che marchiano a fuoco i ricordi, l'attesa, la mia pelle assassina del tuo sguardo notturno.

14 soffi di vento:

  1. bella sintesi fra l'evanescenza di un sogno vivido e lo struggimento di passioni vissute

    RispondiElimina
  2. ... e siamo solo all'inizio ;-)

    RispondiElimina
  3. cioè hai vinto tu, mi pare.


    RispondiElimina
  4. @ Sevia: non si vince... al massimo si perde e ci si perde...

    RispondiElimina
  5. cerca la vittoria e avrai inganno

    cerca l'inganno e avrai la vittoria


    mi disse


    oppure un assassinio mancato

    RispondiElimina
  6. cerca una risposta e avrai mille domande

    cerca una domanda e non avrai risposta


    rispose


    e l'assassinio fa parte del gioco

    RispondiElimina
  7. Molto bello anche se ho letto in fretta. Ma sono qui per dirti una cosa , finalmente trovo una persona chescrive in grande. Tutti gli altri scrivono in piccolo , la maggior parte. Dicono se ci credi che ci scrive in grande si molto socievole aperto disposto a ascoltare e sensibile .CIAO e BuonaDomenica da Ondadelmare

    RispondiElimina
  8. @ Onda_del_mare: Grazie per le tue parole, spero sia così... e spero inoltre di riuscire ad ingrandire i commenti, che sono microscopici ;-)

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. stupore, attesa, suono e anima,,,,ho visto e sono entrata al tuo fianco,,,

    RispondiElimina
  10. Le persone che conoscono la lingua dell'anima si ritrovano sempre, prima o poi...

    RispondiElimina

Soffia qui