Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

giovedì 5 agosto 2010

Fuori dalla cornice


Da quando sono nata, mi sono sempre sentita al di fuori, dovunque fossi, fuori dall'immagine, dalla conversazione, sfasata, come se fossi la sola a sentire rumori o parole che gli altri non percepiscono, e sorda alle parole che invece sembrano sentire, come se fossi fuori dalla cornice, dall'altra parte di una vetrata immensa e invisibile.

Delphine De Vigan, Gli effetti secondari dei sogni

2 soffi di vento:

  1. Non è che sia sempre bello, ma ti da una prospettiva che nessun altro..

    RispondiElimina

Soffia qui