Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

giovedì 11 ottobre 2018

Melancholia

Alessandra V., Fantasia d'autunno. 2018. Acrilico su tela. Collezione privata

E te ne vai
col canto rotto delle fate
nei giardini d'autunno
tra il fruscio delle foglie
nell'intreccio dei rami.

E te ne vai
col passo secco della strada
nei capelli del vento
tra ricordi di pioggia
nella polvere accesa dell'ombra.

E te ne vai
per tornare ancora
per consolare l'assenza
per raccontare il silenzio
che attende danzando.

0 soffi di vento:

Soffia qui