Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

giovedì 16 maggio 2013

Secondo voi...


... è normale sognare il proprio matrimonio, durante il quale, proprio sul più bello entra in scena una moltitudine di persone che iniziano a farsi gli auguri fra loro e voi spalancate gli occhi, terrorizzata da quella folla che si bacia  e si abbraccia, e cominciate a sentirvi male? Ma non finisce qui, potrebbe trattarsi del classico sogno pre-nuziale e amen. Sogno in cui non vi ricordate la vostra entrata in chiesa e chiedete alla vostra testimone se avevate il velo sul viso e lei vi dice che no, il velo era dietro e voi rimanete perplesse. Poteva essere un sogno banale, come se ne fanno tanti, dovuto allo stress di organizzare tutto in poco tempo e con poche forze, e invece no. 
Ve ne accorgete quando, quasi sommersa da quella folla urlante di gioia, dall'alto dei cieli arriva un'astronave con gli alieni, un'astro-ambulanza per la precisione, che vi porta a Londra per salvarvi la vita, ma mentre siete lassù col vostro bellissimo abito da sposa, vi accorgete che state meglio e che volete tornare indietro. Avete un fiore rosso tra i capelli e vi ricordate che voi odiate il rosso, ripromettendovi di litigare con la parrucchiera, che vi ha persino fatto i capelli ricci, tutti appiccicosi. Insomma, volete scendere dall'astro-cosa, sulla quale nel frattempo si sono materializzate le quattro attrici di "Tutti pazzi per amore" (non chiedetemi il perché, lo ignoro). 
Allora i bravi alieni vi dicono che potete scendere, ma dovete lanciarvi dall'astro-ambulanza con dei caschi paracadute. Fate notare che i vostri capelli ne risentirebbero e così gli alieni, che in fondo sono bravissime personcine luminose con tanti bottoncini colorati, vi danno una coperta paracadute, anche perché nel frattempo fuori inizia a piovere e potrebbe essere il colpo di grazia per la vostra già precaria acconciatura. Le attrici si mettono i caschetti e si lanciano. Voi non ci pensate due volte e fate un salto (certo, nei sogni sono coraggiosissima, non c'è che dire!). 
Vi ritrovate nella strada che va verso la chiesa, le attrici sono scomparse e voi vi accorgete che il sacerdote ha spostato l'altare sul piazzale antistante la chiesa. Riprendete il vostro posto, ma... la seconda lettura viene letta dal fratello della vostra diletta allieva e non doveva leggerla lui; arriva il pasticcere con una torta minuscola e, di fronte al vostro sguardo attonito, dice che vostra madre gli ha ordinato una torta per sei persone, invece che per sessanta. Voi sputate fuoco e fiamme e vostro padre, il vostro eroe, dice: "Non preoccuparti, ti farò fare una torta a tre piani". 
Vi accorgete di avere la fede al dito, ma siete sicure di non esservi sposate e, infatti, guardate lo sposo che vi fa segno di rimettere la fede sul cuscino portafedi, perché ancora non è stato celebrato il matrimonio (però, la fede mi stava da Dio). In quel momento guardate il libretto della messa e vi accorgete che manca la preghiera strappalacrime che avete scritto per l'occasione... e così vi rivolgete sempre a lui, al vostro supereroe e con lo sguardo supplice e adorante di figlia lo mandate a casa a prendere il quaderno rosso su cui avete scritto la preghiera.

Francamente non ricordo com'è finito. So solo che in quel sogno assurdo ho camminato così tanto, ho corso, mi sono lanciata dall'astronave, ho dovuto tenere a bada tante di quelle cose e persone... che alla fine mi sono svegliata più stanca di quando sono andata a dormire. Se continua così, mi verranno i capelli ricci per l'esaurimento nervoso...

47 soffi di vento:

  1. Alla seconda riga avevo letto mutandine invece di moltitudine.

    (lo dico per dare il mio contributo di concetto)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un contributo essenziale, direi ;)

      Elimina
  2. Temo che il tuo subconscio abbia gusti cinematografici pessimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Glielo sto dicendo anch'io... e meno male che non guardo quel genere di film! Meglio che non vi racconti di quando nei sogni facevo il giro dei sette mari insieme ai pirati dei Caraibi....

      Elimina
    2. Beh io mi sarei fatta un giro con il buon vecchio Jhonny..

      Elimina
    3. Tazza, il mio inconscio trash ha sognato una battaglia con i cinesi stanotte... in stile Hero. Ho detto tutto...

      Elimina
  3. Opterei per una cena più leggera, nel mentre ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici? Più leggero di quel che mangio esiste il... vediamo... il nulla?
      Potrebbe essere un effetto collaterale delle odiate gallette di riso? Ragazzi, qui non mangio più nemmeno il frumento... e spero sia solo una cosa passeggera, altrimenti mi verrà la depressione da mancanza di cibo.
      :P

      Elimina
    2. ah no, allora devi provare con gli opposti. Dagli di peperonata :D :D :D

      Elimina
    3. Ahahahah, eseguirò non appena giunge il periodo dei peperoni e ti saprò dire :D

      Elimina
  4. troppo complesso, non ci vedo numeri buoni

    RispondiElimina
  5. è il matrimonio.... comincia già a farti male :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kermit... ma tu, dall'alto della tua esperienza, non dovresti incoraggiarmi? Io già dormo poco, se quelle poche volte che dormo, poi sogno queste cose, è finita!!! :P

      Elimina
    2. una brutta notizia ed una buona ...la brutta ansia prematrimoniale, normale.
      la bella...dai che ti divertirai...magari fatti in cichetto quel giorno, sposa barcollante sposa esilarante :D

      Elimina
    3. Ahahahahah. Più che l'ansia (che al momento riguarda la location in attesa di essere definita, avendo scartato quella che sembrava ok), devo lottare contro l'emozione. Nell'ordine, in questi giorni mi succede di piangere come una fontana quando penso a:
      1) mio padre che mi accompagna all'altare;
      2) i bimbi vestiti da damigella e paggetto;
      3) la preghiera da leggere;
      4) la consapevolezza che se piango, non solo il trucco minerale (l'unico che posso usare) va a farsi benedire, ma poi mi viene una reazione a catena tra muco e asma;
      5) la prima bolletta dell'Enel per l'allacciamento del contatore (quando ho visto la cifra ho avuto un mancamento, mentre mia mamma mi ha fatto gli auguri, essendo la prima bolletta intestata a me nella nuova casa).

      Sono solo fottutamente emozionata e non so gestire la cosa. Quando le mie due migliori amiche si sono sposate, sono state loro a dovermi calmare, perché io ero così emozionata che non solo non avevo chiuso occhio, ma tremavo come una foglia.
      S. io vorrei davvero essere diversa, ma questa sensibilità (diciamo un tantino estrema) mi frega da 34 anni.
      Di una cosa sono certa, però, e cioè che quando vedrò lui, mi farà ridere, e questo è uno dei motivi per cui lo sposo.

      Elimina
    4. sarò banale per i più, ma non per te Ale, io penso che questa tua ' ipersensibilità" sia una tua grande ricchezza, la tua forza e la tua unicità...mica pizza e fichi, ed il tuo lui ha visto lontano ;)

      Elimina
    5. Sei un tesoro, perché non lo dici tanto per dire e io do un peso alle parole :) per cui grazie di cuore.
      Il mio lui è un kamikaze, questo è poco, ma sicuro :P

      Elimina
  6. Signorina, è mai stata ad un funerale di qualcuno a cui teneva parecchio? Ecco, sposarsi è uguale, ti sembra di vivere in un incubo. Si muoverà automaticamente come in sogno, al punto che al risveglio non si ricorderà quasi niente. Successivamente, guardando foto e film, si ricorderà vagamente di qualcosa che sembrava riguardarla molto da vicino, in realtà riguardava molto di più quelli intorno a lei. La prova? Loro si ricorderanno tutto benissimo, nei minimi particolari, proprio perché erano belli svegli. Le auguro di creare una bolla protetta col suo lui nella quale rifugiarsi: in fin dei conti, il rito è la prima grande prova di condivisione per entrambi. Auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, signora Silvana!!! Comunque non saprei dirle, glielo dirò quando ci sarò passata, ma per quanto riguarda i funerali di persone a cui tenevo tantissimo, ahimè, mi ricordo tutto, nei minimi dettagli, anche l'ora e i pensieri che mi hanno attraversato l'anima in quei momenti. A volte non ricordare è un dono.
      Le confesso un segreto... non so se guarderò le foto, ho un brutto rapporto con loro. Il filmino nemmeno lo sto facendo fare al fotografo, temo si divertiranno solo gli amici: rivedermi in video è mille volte peggio che rivedermi in foto.
      Lei non ricorda nulla del suo matrimonio?

      Elimina
    2. Mah, non molto, non è stato eclatante ma decisamente di basso profilo e, soprattutto, parecchio anomalo, per scelta. Fosse stato per me non avrei voluto nessuno intorno, ma solo i parenti più stretti del consorte erano in quattordici più il testimone, i miei erano tre e il testimone era mio fratello.

      Davvero ricorda tutto dei funerali? Io rimuovo parecchio le cose dolorose, le cancello oppure le sbatto in un angolino dove non possono nuocere a meno che non si vada a cercarle intenzionalmente. Succede sempre più raramente.

      Elimina
    3. Qui i parenti stretti ammontano a qualche decina di persone...

      Sì, ricordo tutto, le emozioni che si sono impresse in me, nel bene e nel male le ricordo tutte... dimentico solo quel che non è stato importante.
      Della morte del mio amatissimo nonno ricordo ogni cosa. Persino le parole, i dialoghi, quello che ho pensato, il discorso con mio cugino sotto le stelle a mezzanotte, l'aria carica di giugno, il momento esatto in cui ho sentito che non c'era più, sebbene uno scherzo del destino non mi abbia fatto assistere agli ultimi momenti. Chiudo gli occhi e tutto torna, come l'immagine di me che apparecchia tavola per cinque, quando invece eravamo solo in quattro. Ecco, i grandi dolori forse li ricordo meglio delle grandi gioie, perché quelle scivolano via.

      Elimina
    4. più che il rito, il Ritò

      Elimina
  7. Penso che stanotte dormirò più tranquilla, visto che ho appena finito di editare il libretto per la messa.
    Sogni d'oro, piccini.

    RispondiElimina
  8. Ti stai per sposare? Oh, felicitazioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembrerebbe di sì, Emix caro, ma non divulghiamo la notizia :P

      Grazieeeee

      Elimina
  9. ja, ma quando passano, 'sti due mesi...
    uff.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai che manca poco! Secondo me il 31 luglio nevicherà o ci sarà la fine del mondo... ho la netta sensazione che si stia preparando una catastrofe ;)

      Elimina
    2. Due miei amici si sono sposati il 30 luglio. Si stanno separando. L'ho sempre detto che i numeri pari portano sfiga.

      Elimina
    3. Vero? Per questo amo i dispari.

      Elimina
    4. Pensi, signorina, io sono del 61 e quest'anno compio 52 anni. Mio marito è del 52 e quest'anno compie 61 anni. Non è buffo? Se ci mettiamo che le date sono speculari è doppiamente buffo.

      Elimina
    5. Bufissimo!!! I numeri siano con voi!

      Elimina
  10. Risposte
    1. Ohhhhh un commento entusiasta! A cosa debbo l'onore? Grazie e benvenuta :D

      Elimina
  11. Signorina, prima del sì, si guardi questo film!

    http://youtube.com/watch?v=k79DDjvl9vE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché, perché? Di che parla? Potrebbe turbarmi? Silvanella, attraverso una fase delicata, non contribuisca a incrementare i miei incubi. Mi faccia un breve riassunto dell'argomento e vedrò se è il caso di vederlo.

      Elimina
    2. Se è in fase delicata è meglio che non lo guardi. Però è di Nora Ephron e c'è la mia adorata Meryl e quel mostro sacro di Jack Nicholson che gigioneggia. È una commedia agrodolce. Più agra che dolce.

      Elimina
    3. Quei due sono adorabili! Vedrò di recuperarlo.

      Elimina
    4. Ma sì, lo guardi. Tanto quando ci si sposa si è sempre fermamente convinti che il proprio matrimonio sarà diverso da tutti gli altri. Tempo due anni e si scopre che è esattamente uguale a tutti gli altri, nonostante gli sforzi. È che il matrimonio è profondamente contronatura!

      Elimina
    5. Ogni matrimonio è diverso da un altro, perché ogni persona è diversa da un'altra. Certo, posso dire che rispetto a molti altri noi siamo un po' più consapevoli di quel che ci aspetta, perché la parte difficile e dolorosa la viviamo ogni giorno e, nonostante tutto, riusciamo a ridere ed essere felici. Il che non mi sembra poco e nemmeno speciale, solo nostro.

      Elimina
  12. Adoro i matrimoni! Certo che se tutte le notti le devi passare cosi' il giorno delle nozze dormirai... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, sarà difficile, però una cosa è certa, mangerò come se non ci fosse un domani ;)

      Elimina
  13. Ti sposi? un altro numero da cancellare dalla rubrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che simpatico umorista!!! E, sentiamo, quando mai ti avrei dato il mio numero? Vedi? Nemmeno la fatica di cancellarlo :P :P :P

      Elimina

Soffia qui