Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

martedì 1 settembre 2009

LAVORI IN CORSO




Tornerò...

5 soffi di vento:

  1. Mi raccomando. Sii veloce.
    ;-)

    RispondiElimina
  2. Lei e la sua inseparabile chitarra nera
    erano una cosa sola racchiusa in un
    mondo di note incantevole,
    l'ho vista così la prima volta;
    e se ora chiudo gli occhi
    la sua ombra dapprima confusa
    si delinea e diventa pura come
    la sua indimenticabile musica;
    mi ricorda una stella che ogni notte
    squarcia un angolo di cielo
    mostrando la sua luce ai poeti
    che invano cercano ispirazioni
    di nuove note da suonare,
    e quando la notte è inghiottita dall'alba
    solo all'ora i poeti afferrano
    la dolce presenza della sua musica;
    lei per me era la luce della mia
    tenebrosa anima persa nel
    suono della sua chitarra...ma
    solo con poche note sapeva
    renderla limpida alla luce del sole,
    mi faceva rinascere con la canzone
    del nostro amore.
    Ora che tutto intorno a me
    c'è solo il silenzio
    il buio ritorna dentro e intorno a me
    facendomi ricordare una notte d'amore
    vissuta intensamente con lei,
    mentre la sua chitarra muta
    si nascondeva nell'ombra
    del suo cuore.

    RispondiElimina
  3. Un colpo al cuore... conosco benissimo la senzazione e le corde spezzate di quella chitarra...

    RispondiElimina

Soffia qui