Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

domenica 22 marzo 2009

Lui che non tremerà davanti all'amore

Auguste Rodin, The Eternal Idol (particolare), 1889. Musee Rodin, Paris.

LE RAGAZZE

Ragazze che cercavate
il grande amore, il grande amor terribile,
ch'è successo, ragazze?

Forse
il tempo, il tempo!

Perché ora,
è qui, guardate come passa
trascinando le pietre celesti,
rompendo fiori e foglie,
con un rumore di spume sferzate
contro tutte le pietre del tuo mondo,
con un odore di sperma e di gelsomini,
vicino alla luna insanguinata!

E ora
tocchi l'acqua con i tuoi piccoli piedi,
con il tuo piccolo cuore,
e non sai che fare!

Son migliori
certi viaggi notturni,
certi scompartimenti,
certe divertentissime passeggiate,
certi balli senz'altra conseguenza
che continuare il viaggio!

Muori di paura o di freddo,
o di dubbio;
io, con i miei grandi passi,
la troverò,
dentro di te,
o lungi da te,
e lei mi troverà,
lei che non tremerà davanti all'amore,
lei che sarà fusa
con me
nella vita o nella morte!

Pablo Neruda, I versi del Capitano

3 soffi di vento:

  1. è bellissima... Vorrei avere la sensibilità per poter anche solo pensare alla lontana versi del genere... ma non è nelle mie corde. Magari, nella prossima vita....

    RispondiElimina
  2. ... indiscutibilmente hai la sensibilità di apprezzarli e, credimi, non è poco e non è da tutti...

    RispondiElimina

Soffia qui