Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

martedì 6 novembre 2012

Buio

Foto: dal WEB


Perché il dolore, l'impotenza, i brividi.
Perché l'angoscia, il presente, il vuoto di senso.
Perché io.

Senza risposta, evito la domanda.

34 soffi di vento:

  1. Però l'hai scritta, così fa più male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho scritta per lasciar traccia. Il dolore non aumenta né diminuisce, resta uguale.

      Elimina
  2. devo proprio commentare e far uscire il provolone che è in me?

    RispondiElimina
  3. io dico che non è il caso ma leggere quanto sopra non è bellissimo per me....... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno per me, se è per questo...

      Elimina
  4. Un abbraccio fatina......

    RispondiElimina
  5. il buio, diventiamo grandi quando non ne abbiamo più paura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai avuto paura del buio.

      Elimina
    2. sei nata già vecchia allora XD

      Elimina
    3. Vecchissima, centenaria, direi :)

      Elimina
  6. senza risposta, aspetta.
    che le domande le si possono sempre affrontare poi. dopo. quando chissà. ma non adesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte mi chiedo se avere una risposta cambierebbe qualcosa e spesso mi rispondo di no, che non cambierebbe la realtà così com'è.

      Elimina
    2. Le risposte cambiano TUTTO. Ma dopo bisogna prenderne atto, non si può far finta di niente e cambia per forza qualcosa. Per questo la gente non domanda mai. Costa fatica, prendere atto delle risposte. Meglio restare nel dubbio. E scrivere, parlare, rimuginare, indovinare ...

      Elimina
  7. a volte si tratta solo di influenza stagionale

    RispondiElimina
  8. Risposte
    1. Eh... meglio non dirlo. Fra poco ritorno. Non vi libererete così facilmente di me ;)

      Elimina
  9. Ricky Mary with De Bigga Carz8 novembre 2012 14:26

    Perché Sanremo è Sanremo.

    Ieri c'eravamo io, il Puzzo e il Merdo a sgommare in decappottabile per Sanremo, impomatati degl'umori vaginali vaporizzati nell'aria al nostro passaggio.
    Le donne giustamente stavano tutte in delirio per noi, eroi tre. Tre eroi sulle Pirelli equosolidali, ricavate dalle ricevute di Formigoni e i pancreas avanzati al San Raffaele.
    Tre eroi Indaffarati a fare affari, con gli smoking di dollari cuciti. E acqua di vespasiano, a oliare le giunture che regolano gli arti, e gli arti a regolare le vostre piccole vite. Click, cash, ka-ching, zang tumb tumb.

    La vita è una pista di ricotta coi fari di fame e gl'intestini al comando.

    Domenica passo alle tre. In tutti i luoghi, affacciati e sarò lì. Chiunque tu sia, e soprattutto chiunque tu creda d'essere.

    RMwDBG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiunque tu sia: se scrivi un post te lo pubblico.
      al volo.

      Elimina
    2. Riccardo Maria, mio adorato! Grazie per essere passato domenica. :)

      Elimina
  10. scusa Ale se ti corteggio i follower, non ho resistito.

    ah! la poesia fa schifo come al solito.
    scherzo.

    a dire la verità mi è piaciuta: dove l'hai copiata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magnè, Riccardo Maria è un famosissimo blogger ed è amico mio... è inutile che tu cerchi di corteggiarlo, non sarà mai tuo!!! :P

      Ti è piaciuta proprio perché non è una poesia e poi... l'ho copiata dal tuo quaderno degli appunti, no?

      Elimina
    2. e perché non c'è il link?

      Elimina
    3. In effetti il blog non esiste più.
      Come si vede non era nulla di necessario :-)

      Oggigiorno vendo tappi antirumore ai cercopitechi dal sonno timido.
      Sono il mio miglior cliente. Le giornate si sfogliano come l'abbronzatura sotto la prima doccia d'ottobre. Ieri ho casualmente trovato cinque euro nei calzini, in monete da 2c. Non c'è male.

      tSalùt,
      L.

      Elimina
    4. @ Magnè: perché Ricky è un po' folle e il blog compare e scompare.

      @ Ricky: dobbiamo organizzare quella cosa su skype che sai, eh, non mi son dimenticata!!!

      Elimina
  11. ehi tesoro, mi son distratta un attimo e ti trovo così giù?

    abbraccioti con panza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Rane, sono stata piuttosto male in questi giorni e non mi sono connessa. Leggo ora tutto quanto. Pian piano mi sto riprendendo. Appena recupero le forze ritorno.
      Un bacino al pancione

      Elimina
  12. E' un po' che manco. Oggi torno e non ti trovo in forma. Mi dispiace. Ma credo sia meglio evitare domande e risposte, le parole vivono lo stesso anche nel silenzio. Resterò in attesa di un sorriso.

    RispondiElimina
  13. Mi sei mancata Ale. ben ritornata (e non farmi preoccupare) :')

    Amalio Delana

    RispondiElimina
  14. sì, hai visto bene, c'è anche una mezza lacrimuccia

    Amalio Delana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, Amalio, niente lacrime, non sono ancora passata a miglior vita!!!

      Elimina
    2. Lacrime di cocco dritto.

      Elimina

Soffia qui