Perché la parola è vento, principio primo dell'essere, scintilla dell'infinito

sabato 12 ottobre 2013

Brividi e umori notturni


Che io fossi un tipino fuori dal comune, a mio modo eccezionAle, il kamikaze lo sapeva benissimo e, nonostante questo, ha voluto sposarmi a tutti i costi (e che costi! Ma questa è un'altra storia, per cui non divaghiamo).
Ci sono momenti delicati, in cui la malinconia mi pervade e assumo quell'aria densa e triste che piace tanto a chi so io; ci sono altri momenti in cui esplodo di gioia, entusiasmo e sono una trottolina non amorosa né dududù né dadadà, ma infaticabile, che inventa, costruisce, crea; ci sono altri momenti in cui sono costretta a fermarmi, perché ho trottoleggiato troppo ed è finita che mi son stancata e/o sono stata male (e qui il mio amatissimo sposo s'incazza e mi toglie dalle mani secchio e ramazza per trasformarsi in un casalinguo disperato); ci sono infine i momenti da brivido, quelli sotto le lenzuola, che per me a breve saranno coperte, mentre per il kamikaze resteranno lenzuola, visto che lui non ha mai freddo, mica come me, che sembro una morta vivente accuso il cambiamento di stagione con il progressivo congelamento delle membra tutte.
Il mio di-letto sposo, notte dopo notte, sta provando sensazioni nuove e sconosciute, divertenti e terribili insieme, perché i brividi che gli procuro io... nessun'altra mai!
Una veloce rassegna di brividi e umori notturni:

  • brivido cardiologico: trattasi di stupefacente simulazione d'infarto, quando nel pieno della notte mi metto a sedere sul talamo nuziale in preda a una crisi asmatica. Il tempo di svegliare il kamikaze, fargli venire un colpo, riprendere a respirare, rispondergli che sto bene e rimettermi giù. Tutto senza svegliarmi. Il giorno dopo non ricordo nulla, ma abbiamo appurato che il suo cuore tiene botta e difficilmente gli verrà un infarto per lo spavento.
  • brivido demenziAle: il kamikaze viene brutalmente svegliato da un'improvvisa quanto inopportuna risata nella notte. Una risata che fende il buio, le mura domestiche e i padiglioni auricolari. Il volume della risata è decisamente troppo alto. Il motivo della risata resta oscuro. La dolce sposina continua a dormire, lui la osserva sgomento. Non è dato sapere quando inizierà a pensare chi gliel'ha fatta fare a sposarsi.
  • brivido regAle: ho una vita onirica piuttosto variegata e, soprattutto, ricca di eventi mondani. Parlotto tra me e me, mentre continuo a dormire. Il mio amato, con l'orecchio sempre vigile, crede che gli stia dicendo qualcosa e mi parla. Mi sveglio parzialmente per dissuaderlo dal disturbarmi: "Stai zitto, non posso risponderti, sto andando a cena con la regina Maxima". Mi riaddormento e riprendo il sogno nel punto in cui l'avevo lasciato. Quando al risveglio mattutino il kamikaze mi chiede cosa ho mangiato con la regina, sapendo quanto il cibo sia importante per me, che nei sogni mi ingozzo di qualunque cosa posso soddisfare le mie voglie, si sente rispondere: "Falso allarme, era solo un the con la regina. Non si fa così, mi ha illuso su una pantagruelica abbuffata". 
  • umor curioso: "Amore, dove sei stata stanotte?" indaga il kamikaze curioso. "A New York" rispondo mesta. "E non sei contenta?" incalza lui. "Ero la fidanzata di Enrico Letta, contenta di che?" replico io. Se mai un giorno dovessi tradirlo, di certo glielo rivelerei di notte, dormendo. Col cavolo che sgarro!
  • umor omicida: mi giro, mi rigiro, non riesco a dormire bene. C'è qualcosa che non va. Il kamikaze russa come se non ci fosse un domani, lui, proprio lui che aveva spergiurato che no, non  gli era noto tale difetto e invece sì, sì che russi e non mi fai dormire e spesso medito di soffocarti nel sonno. Poi un giorno riprendo il manuale di feng shui abbandonato mesi fa. Mi metto d'impegno, ricavo la carta geomantica della casa e... cosa scopro? Che abbiamo posizionato il letto nel punto peggiore della stanza! "Amore, mi sa che dobbiamo cambiare l'orientamento del letto e spostarlo di fronte". Il kamikaze conviene sul fatto che non possiamo dormire dove si concentrano le energie negative. E poi... "Amore, ma ti convince il colore della parete su cui c'è la testiera?Invece di quell'azzurro intenso, non sarebbe meglio un lilla?". Il kamikaze conviene sul cambio colore ed esegue solerte. "Amore, la disposizione della sala non è energeticamente ottimale" sussurro io. Il kamikaze sposta l'unico pesantissimo mobile che abbiamo, il tavolino e le poltrone. Poi ci guardiamo e pensiamo che prima era meglio, così lui si rimette a spostare tutto come prima. Si affaccia mio padre per sapere che combiniamo e il mio tesoro gli risponde: "Non sapendo che fare, passiamo il sabato a spostare i mobili e a rimetterli a posto". Mio padre ci guarda sconcertati e di certo pensa che siamo scemi, non dice nulla e torna a casa sua. "Amore, ora che ci hanno montato la cucina in muratura, non ti sembra che il colore giallo di quella parete stoni?" incalza l'instancabile mogliettina. "Come lo vuoi?" si arrende lo schiavizzato maritino. "Vediamo. Mi piacerebbe un effetto... scrostato!" esordisco io. Senza portarla per le lunghe, il kamikaze ha ridipinto tre pareti della cucina un numero imprecisato di volte... per poi sentirsi dire che forse, insomma, non so... ma... "Non credi che il bianco esalti meglio tutto?". Mio cugino, al grido di: "Tu sei pazza!", mi ha diffidato dal fargli cambiare di nuovo il colore di qualunque parete. Il kamikaze ha sperimentato l'inebriante sensazione di sopprimermi. Io non sono molto convinta di come è venuto il muro della camera da letto, ma percepisco sottili energie che mi dicono che sarebbe meglio per me non aprire più bocca sulla questione.
Quando qualcuno ci chiede come va la vita a due, io rispondo sempre: "Tutto perfetto!". Lui sorride e dice che sì, non potrebbe essere più felice di così... e la cosa assurda è che ci crede sul serio! Ci sarà un motivo perché l'ho chiamato kamikaze, vero?

143 soffi di vento:

  1. Ahahahahahah, giuro che è il ritratto perfetto di mia madre! E oggi sarebbe il suo compleanno, lo considero il più bell'omaggio inconsapevole alla sua memoria. Grazie, signorina. Devo assolutamente farlo leggere a mio fratello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non può che farmi piacere, signora.

      Elimina
  2. Ah, purtroppo il kamikaze non somiglia affatto a mio padre, altrimenti sarebbe ancora viva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo invece è molto triste. Mi dispiace davvero.

      Elimina
    2. Ringrazi chi vuole di avere accanto un uomo che non la vuole diversa e non la fa sentire anormale perché è originale e particolare. E non la fa sentire in colpa per questo. Certe persone ti avvelenano lentamente, fino a consumarti. Di solito sono quelle che campano a lungo, perché spessissimo sono vampiri che succhiano l'energia altrui e, poiché ne sono privi, sono attratti da quelli pieni di vitalità. Purtroppo, quelli pieni di vitalità, sono attratti dal vuoto che, prima o poi, li ingoia fino a farli scomparire per sempre.

      Elimina
    3. Lo sa? Ha perfettamente ragione... Quando abbiamo deciso di sposarci, l'abbiamo fatto consapevoli di come siamo e del fatto che ognuno di noi accettava l'altro per quello che è: pacchetto all inclusive, nel bene e nel male.
      Il kamikaze è diversissimo da tutti gli uomini che ho conosciuto e che mi hanno attratto. Lui è pieno di energia e non ha bisogno di prendere la mia né di colpevolizzarmi o volermi diversa, come invece purtroppo è accaduto con altri. Il logorio sottile, i sensi di colpa indotti, la sensazione di essere sbagliata e di non andare mai bene: esperienze che ben conosco. Con lui ho scoperto di poter essere come sono e di poter amare me stessa, perché vado bene così, con tutte le mie folli stranezze.
      Nonostante questo, però, quella frase sul vuoto è più di una frase; è qualcosa che sento e che provo a tenere a bada, perché è come dice lei, prima o poi accadrà.

      Elimina
  3. ho anch'io molte esperienze di chiaccherate notturne con la mia consorte dormiente. lei a volte esagera però, a volte si accende anche una sigaretta mentre chiacchera :D

    Questa cosa di Enrico Letta però fossi in te la racconterei a un bravo psicologo !! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahhaah, ma no dai! Comunque quella di Letta è facilmente spiegabile: l'avevo visto in tv che parlava da New York. Lo dico sempre che quando mangio non devo guardare il tg, perché poi mi disturba il sonno! :P

      Elimina
  4. però, innammorarsi di un democristiano, di un Enrico bocca di rosa che nun cihà mica scritto giocondo nasconderà qualche significato recondito, magari consulta una maga, la straf che dice?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non sono maga, non so prevedere manco quando finisce il ciclo della lavatrice, ma dico che mai come stavolta sono d'accordo con tutto quello che dice la signora Silvana.

      Elimina
    2. Ma ...vuol dire che la altre volte era parzialmente d'accordo?

      Elimina
    3. Fraticello, non ho detto che ne ero innamorata, nel sogno ero la sua fidanzata, mio malgrado... brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

      Elimina
    4. ed io che avevo abboccato al titolo e mi lessi tutto il polpettone,
      addirittura un fidanzamento senza amore

      Elimina
    5. Ma come sarebbe?! Si è S posata con Letta senza amore? È una vergogna!}

      Elimina
    6. A volte d'accordo, a volte parzialmente, altre manco pe' gnente.
      Dipende. Ma vista l'ora: nottepende.
      Ecco una battuta silvana.

      Elimina
    7. Ma la parentesi graffa che c'azzecca?

      Elimina
    8. Vista difettosa!

      Elimina
  5. Comunque questo post mi ha fatto molto ridere e tu sei molto molto bufa.
    Certo che il titolo e la foto... beh, che dire.
    Grazie alle chiavi di ricerca di google giungeranno qui un bel po' di maniaci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio geniAle!

      Elimina
    2. ma quanti visitatori della federazione dei russi(atori?) che haaaaai!
      (strafina c'ha sempre l'occhio lungo!)
      ritò
      (le mie credenziali quà non valgono manco un bruscolino)

      Elimina
    3. Ritò, sarà che sono in internazionAle?

      Elimina
    4. adesso non li vedo più, ma verso le 10, ce n'era una fila lunga, lunga!
      essì eh! questo tuo post "buca" le frontiere....
      (che siano il sashenka 2 e il 3 e il 4 ecc ecc.?)
      dobre dien!
      ritò

      Elimina
  6. Pensavo fosse di Samuel Johnson. Mi sbagliavo.

    Giudico il matrimonio uno scambio di cattivi umori di giorno e di cattivi odori di notte. (Guy de Maupassant)

    RispondiElimina
  7. Io faccio i sogni erotici con mia moglie. Che da un lato mi risparmio il senso di colpa. Dall'altro, però, che spreco ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, però se l'alternativa fosse democristiana, mi tengo i miei, di sogni :D

      Elimina
    2. Giuro che non era un sogno erotico! Nel sogno sapevo di essere la sua fidanzata e lui non faceva altro che parlare... ma vi pare che si possano fare sogni erotici con Letta? Suvviaaaaaaaa

      Elimina
    3. Una domanda: ma fare sogni erotici con partner diversi dal proprio fa venire i sensi di colpa? Lo chiedo perché io e il kamikaze ci divertiamo a raccontarci di quando facciamo i sogni erotici con i partner più improbabili e finisce sempre a grasse risate... :D

      Elimina
    4. Non direi. Mica è vita, quella. Un po' come le ombre cinesi, insomma. Non c'è nulla di quello che vedi, nella realtà. Non credo nemmeno siano desideri. Solo ginnastica passiva del cervello, per tenere in funzione le parti inutilizzate. Hai visto mai, un giorno potrebbero servire. Gli imbecilli possono persino considerarle premonizioni, a quel punto.

      Elimina
  8. Oltre al senso di colpa, mi permetto di farle notare che sii risparmia anche il sesso di colpo!

    RispondiElimina
  9. AGGIORNAMENTO: ieri a cena ho letto il post al kamikaze, il quale si è divertito molto e ha detto che ho scritto la verità... poi ha argutamente notato: "Allora non ti piace com'è venuta la camera da letto?". Al che io: "Ma no, ti pare?". E lui: "Nemmeno a me... quando andrai a Milano a novembre la ridipingo di nuovo".
    Un Uomo, un Eroe! Lunga vita al kamikaze!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tutti quegli strati di vernice non vi stanno facendo rimpicciolire le stanze?

      Elimina
    2. E quello che ho sempre pensato di sua moglie!

      Elimina
    3. Signora, la parte in cui lui raffina ogni volta le pareti l'avevo detta?

      Kermit, mica lo obbligo o gli impongo nulla... è lui che decide di accontentarmi. E io non sono il tipo che si impunta o che mette il broncio. D'altra parte la cosa è reciproca, visto che anche io lo coccolo e lo accontento. Troviamo il modo di renderci felici a vicenda e penso proprio vada bene così. Sogni d'oro, piccini ^_^

      Elimina
    4. Pure!? Senta gli chieda se gli va di fare un giretto nelle Marche, così mi insegna! Ascolti, ma il color giallo zabaione che vedo come sfondo è evocativo di tutti quelli che è costretta a preparargli per farlo riprendere?

      Elimina
    5. Il kamikaze è qui con me e mi ha detto di dirle che in primavera può spostarsi e venire dalle sue parti per insegnarle oppure se gli fa sapere lo stato delle pareti può spiegarglielo anche via mail. Quanto allo zabaione, ci tiene a precisare che lui fortunatamente non ne ha bisogno perché ha tanta di quella energia che stiamo pensando di utilizzarla al posto dei pannelli solari...

      Elimina
    6. Ahahahah! Senta, facciamo così. Prima faccio un corso propedeutico su Internet, poi lui mi da le dritte! Se me le da giuste gli offro il pranzo!

      Elimina
    7. Come desidera, a lui basta solo un caffè. Vede, signora? Consuma anche poco!

      Elimina
    8. Ma che gentile! Però abbia pazienza, i segreti del mestiere che si insegnano ad altri restano impressi nella memoria per la vita ed associati per sempre a quel persona. Come si fa a ricordare per sempre un caffè?! Gli chieda un po' se gli va di buttarsi col paracadute? Quello sarebbe un bel modo di ricambiare! Se lo ricorderebbe pure lui per la vita!

      Elimina
    9. Se lui si butta col paracadute, io muoio d'infarto. Ho le vertigini anche a vederlo saltellare come una scimmia sul terrazzo, faccia lei...

      Elimina
    10. Ma cosa vuole che sia, si divertirà un mondo!

      Elimina
    11. Una parte della casa che mi piace molto è la terrazza.
      Sai quante belle festicciole si potrebbero fare? (trad. "Sai quante belle festicciole alle quali invitarmi?")
      Certo, se non ci si ammazza salendo le scale.
      Sotto potresti mettere dei materassi.

      Elimina
    12. Infatti, l'estate prossima creeremo una terrazza abitabile, dove fare delle belle cenette, alle quali sei già da oggi invitata. Non puoi restare meno di una settimana, ti avviso.

      Elimina
    13. Ci resterò ben volentieri.

      Elimina
  10. L'unica cosa di cui il kamikaze dovrebbe preoccuparsi è che tu sogni di essere la fidanzata di Enrico toeLetta...

    RispondiElimina
  11. Bello sentirsi apostrofare con Mia di Letta dall'Enrico, non ci avevo pensato.

    RispondiElimina
  12. http://www.youtube.com/watch?v=J9XwFecNXyU

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bell'atmosfera giovanile, signorina, che bei ricordi!

      Elimina
    2. è una bella scoperta, 'sto ragazzo.

      Elimina
  13. Ah, signorina, mi sono sempre dimenticata di chiederle una cosa. Ma che tipo è il suo amico artista? No, perché due o tre volte mi è capitato di mettere dei commenti, ma non li ha manco pubblicati. Il che mi fa pensare che ne faccia volentieri a meno, anche se non capisco, a quel punto, che senso abbia dare la possibilità di commentare. Ora, ad esempio, ho messo un commento nel suo blog, relativo all'opera appena messa a disposizione dei ... Vabbè, scrivevo che la tipa ritratta sembra proprio la nipote di Mubarak sputata, riferendomi a lKarima le Mahroug, detta Ruby. Secondo lei, se il suo amico artista non pubblicherà il commento, è perché quella è Ruby con le lenti a contatto colorate e lui non voleva che si sapesse che Ruby porta le lenti a contatto colorate, o perché non gradisce i miei commenti? La prego mi chiarisca questo dubbio, non vorrei causare un incidente diplomatico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, non pubblica nemmeno i miei. Con buone probabilità mi sento di dirle che non vuole che si commenti, per cui ha messo la moderazione, non sapendo che è possibile disattivare direttamente i commenti. Non è che ci capisca molto, lui, di impostazioni del blog, può essere che non veda nemmeno i commenti in moderazione. Vorrà solo utilizzarlo come vetrina. Comunque concordo con la sua interpretazione. La tettona arrapata prima e Ruby poi sono due quadri che non mi piacciono proprio. Però gliel'ho detto, eh!
      Ma sa, gli artisti sperimentano, che vuole farci?

      Elimina
    2. Ho notato che predilige le donne goduriose e goderecce! La tetto a arrapato quale sarebbe, me la sono persa. Vado a vedere!

      Elimina
    3. Se intende quella con la maglia a righe con lo sguardo sghembo sono pienamente d'accordo! Pure Ruby ha la maglia a righe, ora che ci penso. Gli dica che si esprime meglio con le maglie a tinta unita!

      Elimina
    4. Il ritratto di S. è quello della tettona arrapata. Non so, ha uno sguardo inquietante. L'ultimo è come dice lei, una specie di Ruby, però, guardi la posa. Sembra che abbia il mal di pancia. Le maglie a righe non mi piacciono molto. Ah, non sono contro le tette, sia chiaro, ma contro il cattivo gusto e le pose artefatte.

      Elimina
    5. ahahah. "Sembra che abbia il mal di pancia" mi ha fatto molto ridere.
      Magari era nei "suoi giorni".

      Elimina
    6. Una donna può essere sexy senza assumere pose trash col culo all'infuori. Infatti, il ritratto di Ancilla mi piace molto in questo senso, è sexy senza essere volgare.

      Elimina
    7. Signorina Ale, il suo commento potevo scriverlo io!

      Elimina
    8. Signora, condividiamo qualche affinità elettiva, mi sa...

      Elimina
    9. Io il mal di pancia di quei giorni ce l'ho, ma quella faccia no. Più che inquietante, la definirei volgare e grossolana, quella a rigoni. Ad avere un'espressione simile sarei disperata. Cosa ci avrà trovato di attraente da immortalarla, il suo amico artista, mi sfugge.

      Elimina
    10. Mi riferivo al ritratto di S. non a quello di Ruby. Quello di S. è inquietante, quello di Ruby volgare. Che ci avrà visto... lo ignoro

      Elimina
    11. No, non è inquietante quella faccia. È sguaiata! L'altra è da gattamorta.

      Elimina
  14. Secondo me state ridipingendo qualche parete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, montavamo le mensole in acciaio appena arrivate col corriere e lo prendevo in giro perché per fare i buchi è venuto giù un po' di muro, che ha dovuto stuccare e dipingere di nuovo... ahahahhahaahhaha (non vedremo mai la luce, con questi lavori dentro e fuori casa, me lo sento)

      Elimina
    2. Mamma mia...
      Come si dice dalle mie parti (ma te lo traduco): lo vedo e lo piango.

      Elimina
    3. Ti ho detto che da due giorni hanno montato le impalcature nel nostro cortile per finire il prospetto? Ne avremo per altre due settimane...

      Elimina
    4. ussignur...
      Mi sa che tua madre per la disperazione ritorna bionda.

      Elimina
    5. Non me lo ricordare... è stato il più grande shock della mia vita a due giorni dal matrimonio!

      Elimina
    6. Ma come?
      Hai avuto una reazione così composta!

      Elimina
    7. Così come si conviene, no?

      Elimina
  15. mi è piaciuto davvero tanto questo post! Eccezion-Ali tutti e due!
    Riuscire a sciogliere in un grande abbraccio tutte le "stagioni" interne (dalla malinconia alla gioia, dalla stanchezza ai ..."brividi") per sorriderne con profonda comprensione degli infiniti limiti e delle stupefacenti potenzialità che ci abitano dentro...
    Per caso, ieri, mi ha colpito una frase della Ingebor Bachmann e mi sembra giusta giusta per dedicarla a te E al kamikaze: "Ad ogni cedimento delle prove, il poeta risponde con un impeto di avvenire!!" ^_*
    ritò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, ritò! Mi hai fatto sorridere in una mattinata bruttissima...

      Elimina
    2. di gniente Ale ^_'''' !!!
      è da ieri che volevo scrivertela quella frase....si vede che ha aspettato il momento in cui poteva essere più utile!
      ritò

      Elimina
  16. Ahahah! Sono io Ale! Inti! E' che non son mai riuscita a commentare qui. Ora ce l'ho fatta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissimaaaa!!!
      Se commenti scegliendo l'opzione Nome/url puoi mettere il link al tuo blog e/o il tuo nome.
      Se invece commenti come Anonimo poi ti confondo col cignastro, ché gli fa fatica farsi riconoscere ;-)

      Elimina
  17. http://www.youtube.com/watch?v=3OC2aPCuzjo

    RispondiElimina
  18. Ora stai dormendo e magari anche sognando Enrico.
    Magari ti ispira un nuovo post.
    http://images.t-nation.com/forum_images/6/1/61aa8_ORIG-i_am_indifferent_to_your_suffering.jpg

    RispondiElimina
  19. Ecco, Letta è un po' troppo.

    RispondiElimina
  20. Avevo scritto un commento per Lù, ma il tuo blogghe mi rema contro.

    RispondiElimina
  21. Leggevo e ridevo da sola... Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Trattasi di caso frequente in cui la realtà supera di gran lunga la fantasia ;-)

      Elimina
  22. a proposito di umori notturni si discorreva con una nana riguardo due cose:

    1) ma la vagina è davvero fatta così all'interno? Cristo, siete delle creature disgustose.
    2) ma la doccia?? cioè hai visto la ventosa per la doccia? ma quale malato di mente spargerebbe umori sotto l'acqua pensando che il muro di fronte a lui sia una versione 2D di scarlett johansson?

    così per dire, insomma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte il fatto che nana ce sarai te, il mio contributo alla conversazione è stato tipo:
      "Chiedi ad Ale, lei sa sempre tutto"

      Elimina
    2. Giusto per dire, insomma... vabbè, dai, a Natale ti regalo l'ultimo aggeggio che hai postato, perché ti voglio tanto tanto bene, sgrad, mio adorato.

      Elimina
    3. Ah, la nana eri tu? Lascialo perdere, è tutto un trucco per farselo regalare a Natale.

      Elimina
    4. non dimenticare la confezione risparmio di lubrificante. che c'ho la pelle delicata. grazie.

      Elimina
    5. Aromatizzate o neutre?

      Le confezioni di lubrificante, intendo.

      Elimina
  23. dovrei tenere una rubrica sui vostri rispettivi blog.
    che, i vostri lettori mi sembrano mediamente addormentati.
    potrei dare un po' di verve senza risultare scurrile. o anche risultando scurrile, se preferite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, che ne pensi?

      Elimina
    2. Approvo. L'angolo di sgrad. Dillo a sgradevole. Come la vuoi chiamare la tua rubrica? Scelgo l'opzione senza scurrilità.

      Elimina
    3. Gli ho dato carta bianca su nome e contenuti.
      So già che me ne pentirò.

      Elimina
    4. Ah, tu sei giovane. Io sono vecchia. Almeno le scurrilità gliele vieto, per coerenza editoriale del blog, visto che la signora Silvana è stata censurata per scurrilità una volta.

      Elimina
    5. ....Rodrigo il lombrigo lubrigo?

      ritò

      Elimina
  24. http://www.youtube.com/watch?v=CVzdi22Bi0I

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo dei video,
      ti ringrazio per l'attenzione, ma raramente ascolto musica e questo genere mi manda in tilt il sistema nervoso. Apprezzo comunque il gesto. Ho i neuroni un po' sfatti e, pur sforzandomi, non riesco proprio ad ascoltare...

      Elimina
    2. Ascolta quella di sotto e Troubleman, che è stupenda.
      L'anonimo non sono ovviamente io.

      Elimina
    3. Ci ho provato, ma mi fa male la testa. Non dubito che siano stupende, è un problema mio (reale).

      Elimina
    4. non so chi sia questa mezza s** di anonimo, ma tu potresti provare ad ascoltare qualcosa di diverso, ogni tanto, no?
      ascoltare solo la roba che piace a te è come s** solo da dietro.
      o s** dentro la doccia con un tubo di silicone.

      ecco più o meno il tenore del post sarebbe questo.
      ma con qualche parolaccia.

      Elimina
    5. Stordito, non ho detto che ascolto solo quello che mi piace, ho detto che non riesco ad ascoltare niente. Non guardo più nemmeno la televisione. Mi sento maleeeeeeeeeeeeeeeeeeeee. Ora è chiaro?
      Parliamo della tua rubrica. Mensile? Settimanale? Su una pagina statica o in home page? Come la chiami?

      Elimina
    6. che ne dici di "sgradisca"

      Elimina
    7. Più che pagina statica, vista la frequenza con la quale aggiorna il suo blog, direi una pagina stitica.

      Elimina
    8. ma che settimanale??
      una tantum.
      mica posso scrivere pensierini come voialtre, io.

      Elimina
    9. Ahahahhaahhah "sgradisca" è perfetta! Dove la metto?

      Straf, come darti torto? Il suo blog non lo ispira più e così vuole i nostri... ahahahahhha

      Elimina
    10. Vabbè, una tantum. Dove?

      Elimina
    11. L'unico mio veto è per Diprè.

      Elimina
    12. certo.
      scrivere sul vostro blog mi darebbe la stessa sensazione di sverginare la mia vicina di casa il giorno del suo compleanno la quale, dopo aver litigato fuoriosamente con i genitori perché non la lasciano andare in vacanza con le amiche ad ibiza, ti chiede se può fermarsi da te quella sera.
      un esempio inventato, ovviamente.
      e non si chiama paola.

      Elimina
    13. Chiamala scema! Paola, dico.
      Te l'ho data. La rubrica. Quando vuoi mandami il testo via mail e ti pubblico integralmente. Nudo, ovviamente.

      Elimina
    14. ba**o mi tocca scrivere qualcosa sul serio.
      dammi un argomento.
      sennò parlo di quanto mi faccia schifo la gente.

      Elimina
    15. Non ho capito la parola censurata...
      L'argomento è libero, vuoi che imbrigli la tua inventiva e freni la tua ispirazione?
      Hai voluto la rubrica? Adesso scrivi!!!

      Elimina
    16. la parola era bacco.
      subito a pensare male.

      Elimina
    17. Nel frattempo la tua nuova rubrica ha già avuto cinque commenti e vieni invocato nudo... ora da te i miei lettori si aspettano grandi cose, vedi tu. Hai creato aspettative. Datti una mossa!!!

      Elimina
    18. Stiamo degenerando, ragazzi.
      "Bacco" non si può dire.

      Elimina
    19. Mah, questa non mi piacque molto. E poi quel costume pieno di grinze, che orrore. Non c'è niente di peggio che indossare un costume attillato e vedere le grinze! A quel punto, mettiti uno squallido bikini, se non hai roba per riempire un costume intero nei punti giusti!

      A me non dispiace, un po' di musica, signorina, anzi ringrazio il signore o la signora anonimo/a che hanno gentilmente provveduto a dare un tocco musicale. Che sia il signor Tommi che ci manda segnali dall'Aldilà?

      Elimina
  25. http://www.youtube.com/watch?v=EwsTrwK-yPc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La signora Silvana, però, sono certa che apprezzerà.

      Elimina
    2. Veramente in questo periodo la musica non la sento quasi mai. Manco in macchina.

      Elimina
  26. http://www.youtube.com/watch?v=LvZQOYzycVA

    RispondiElimina
  27. Ci mancava solo Superman che parla di porcherie, in questo blog. Per giunta convinto di capire qualcosa di quello di cui parla, cosa abbastanza improbabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sgrad è un amico di vecchia data, non si preoccupi, tutto sotto controllo.

      Elimina
    2. E di cosa dovrei preoccuparmi, infatti?! Grazie della rassicurazione, comunque. Ora sono molto più tranquilla! Lo ero anche prima, ma ora moooooolto di più!

      Elimina
    3. Sa, io ci tengo alla sua serenità e tranquillità.
      Sogni d'oro, Silvanuccia

      Elimina
    4. Mi riesce difficile crederlo. Niente di personale, eh. Semplice ovvietà.

      Elimina
    5. Lo so che non ci crede. Basta che sia vero per me. Niente di personale, eh.

      Elimina
    6. Certo che basta che sia vero per lei, non lo metto in dubbio. Chi crede, solitamente sa perché crede! Io non vedo il motivo di quanto afferma, ma non posso escludere che lei ne abbia uno o più d'uno! Sogni argentei, signorina.

      Elimina
    7. Silvana, stasera sei un po' soporifera. Sei fatta di camomilla?
      Infatti vado a dormire.

      Elimina
    8. Ma no, sono solo un po' acciaccata e insofferente. Mica sono la sua entertainer, del resto. Né voi i miei. Quindi siamo pari, direi.

      Elimina
    9. Mai stata la mia entertainer.
      Mi bastano i miei coinquilini.

      Elimina
  28. cara silver, se avessi voluto sentire le opinioni di una vecchia rincoglionita avrei tenuto in casa mia nonna invece di spedirla con un calcio in culo in casa di riposo.
    saluti
    superman

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, sono ansiosa di vedere lei da vecchio rincoglionito, malriuscito emulo di Uncle Scrooge! Ah, la informo che chi parla di vagine, ne vede abitualmente ben poche. Ma lo saprà già, questo, che sbadata. Eh, la vecchiaia.

      Elimina
  29. Mia cara, tienitelo stretto, e capisci ammè!!! Questo è santo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahhaahha, dalla tendenza a bestemmiare non direi, però sì dai, è bravissimo! :-)

      Elimina

Soffia qui